Premier League BT solidarietà

La Premier League continua a essere non solo il campionato europeo più avvincente, ma anche quello in cui le squadre hanno la possibilità di ottenere ricavi particolarmente rilevanti. La situazione è destinata a migliorare ulteriormente negli anni a venire: il prossimo triennio, infatti, sarà quello che distribuirà più soldi alle società per i diritti TV con conseguenti benefici ai bilanci. Nonostante questo, i principali club sono impegnati nella realizzazione di nuovi impianti o nella ristrutturazione di quelli attuali per poter offrire a un maggior numero di tifosi tifosi la possibilità di seguire le gare dal vivo. Vediamo quindi le principali novità in arrivo.

Stadi Premier League: un nuovo Anfield Road per il Liverpool

I lavori in corso ad Anfield Road
I lavori in corso ad Anfield Road

Il Liverpool, reduce da una stagione certamente al di sotto delle aspettative, potrà giocare le gare casalinghe in un impianto rinnovato e più grande. Ad Anfield Road, infatti, ormai da qualche tempo si stanno portando avanti lavori di riqualificazione che porteranno ad aggiungere 8.500 posti in più nella Main Stand. La capienza totale arriverà così a toccare quota 54 mila spettatori.

L’espansione comprenderà tre livelli: il sottopassaggio che porta i giocatori al campo sarà allargato, oltre all’introduzione di nuove panchine. Prevista inoltre la ristrutturazione completa della zona disabili. I lavori sono in corso da marzo dello scorso anno e hanno richiesto un investimento pari a 115 milioni di euro.

I tifosi avranno inoltre la possibilità di raggiungere le tribune in modo più comodo grazie all’introduzione delle scale mobili. Jurgen Klopp, tecnico dei Reds, avrà invece una panchina posizionata in modo tale da poter dominare il campo e quindi avere una migliore visuale delle varie fasi di gara.

Stadi Premier League: il nuovo impianto del Tottenham

Ecco come sarà il nuovo stadio del Tottenham
Ecco come sarà il nuovo stadio del Tottenham

Un’altra formazione di Premier League attualmente al lavoro per poter avere un nuovo stadio è il Tottenham. L’impianto degli Spurs sorgerà al fianco di White Hart Lane (dove attualmente gioca la squadra di Pochettino) e avrà una capienza da 56 mila posti (rispetto agli attuali 36.284 posti a sedere attuali) .

Lo stadio. se le tempistiche saranno rispettate, sarà pronto per la stagione 2018-2019 e richiederà un costo di 400 milioni di sterline per un’operazione complessiva che arriverà fino a un valore di 700 milioni. L’obiettivo è di dare alla capitale inglese un impianto che punta a rispettare tutti i requisiti previsti dalle norme europee.

Il club londinese ha nel frattempo raggiunto un accordo con la Federcalcio inglese che permetterà agli Spurs di giocare le gare di Champions League nella prossima stagione a Wembley. L’intesa include anche quelle dell’intera stagione 2017/2018 tra campionato, coppe nazionali ed eventuali competizioni estere.

Stadi Premier League: come sarà la nuova casa del Chelsea

Ecco come sarà il nuovo Stamford Bridge
Ecco come sarà il nuovo Stamford Bridge

Un’altra formazione londinese attualmente impegnata per avere a breve un impianto più grande e all’avanguardia è il Chelsea. Il patron dei “Blues” Roman Abramovich tiene in modo particolare a questo progetto ed è pronto a investire la cifra “monstre” di 500 milioni di sterline.

Lo stadio sarà senza barriere e in grado di ospitare 15 mila persone in più, ma senza intaccare il comfort e la visibilità. Questo permetterà così alla formazione della capitale inglese di poter giocare in un’atmosfera più calda.

Oltre al campo da calcio sono previsti inoltre un nuovo club shop, un nuovo museo e un’area interamente dedicata alle attività commerciali come ristoranti e bar.

Stadi Premier League: il West Ham si sposta all’Olympic Stadium

Ecco come sarà la nuova casa del West Ham
Ecco come sarà la nuova casa del West Ham

Anche il West Ham non ha voluto essere da meno delle avversarie e si trasferirà dalla prossima stagione nel suo nuovo stadio, un impianto più grande e accogliente, a conferma delle maggiori ambizioni della società. Gli Hammers lasciano così Upton Park dopo ben 112 anni e si preparano a trasferirsi all’Olympic Stadium.

I tifosi sono già in fermento come dimostrano già gli oltre 52 mila abbonamenti venduti, numeri che in Italia ci possiamo solamente sognare. Meglio ha fatto solo il Manchester United, avversario nell’ultima giornata di Premier League, che è riuscito ad arrivare a quota 55 mila tessere.

La capienza complessiva è di 60 mila posti (5 mila saranno riservati ai tifosi ospiti): la corsa al biglietto per assistere dal vivo a una gara della formazione di Bilic è quindi già partita.

Da segnalare anche la situazione del Manchester City, che ha la possibilità di iniziare i lavori quando preferisce per espandere ulteriormente l’Etihad Stadium.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here