Nuovo sponsor tecnico Bologna New Balance. Il nuovo Bologna potrebbe vestire New Balance. In questi giorni – come scrive oggi Repubblica edizione di Bologna – i vertici della società sono a Montreal con il direttore sportivo in pectore, Riccardo Bigon, che da lunedì sarà operativo a tutti gli effetti.

A Montreal, però, si parlerà anche di marketing e strategie aziendali. Tra i tanti argomenti al vaglio di Joey Saputo c’è il tema dello sponsor tecnico. Macron, dal 2001 partner del Bologna, dal 2017 potrebbe cedere il passo alla statunitense New Balance.

È un’ipotesi che gli operatori del settore credono possibile da tempo, giustificata anche dalle prospettive internazionali che questo marchio di Boston (4.000 dipendenti e 2.7 miliardi di fatturato) assicurerebbe al Bologna in ottica futura. In questo momento a Casteldebole tutti hanno sottolineato l’importanza delle radici locali dei tre sponsor principali (Illumia, Faac e Macron). Ma presto la delocalizzazione potrebbe portare oltreoceano.

Nel frattempo la Repubblica anticipa anche due obiettivi chiari di mercato.

Verosimile che Bigon annoti subito il nome di Jonathan Biabiany, ventottenne esterno dell’Inter, a lungo pedina fondamentale di Donadoni al Parma.

Per non intaccare subito il budget, Biabiany potrebbe arrivare a Bologna con la formula del prestito oneroso, e l’obbligo di riscatto a giugno. Poi, a Bigon, si proporrà il grande tema della sostituzione di Diawara, destinato alla Roma o a un grande club europeo.

Infine Federico Viviani, classe 1992 del Verona, potrebbe diventare il nuovo obiettivo per la regia. Fortemente voluto da Bigon, e reduce da una stagione sfortunata che gli ha permesso di giocare solo metà campionato, Viviani è un regista che può raccogliere l’eredità di Diawara a costi più sostenibili (fu pagato 4 milioni dal Verona).