JTV, Juventus Tv, JTV sbarca negli Stati Unitii

Juventus Channel LaPresse. LaPresse cresce e pianifica il futuro ma potrebbe presto perdere Juventus Channel.

Secondo quanto risulta a Il Sole 24 Ore è incerto il futuro sul rapporto tra l’agenzia e il canale ufficiale del club bianconero (LaPresse ne ha curato la produzione per quattro anni). Il contratto è in scadenza a maggio e Juventus e Rai (proprietaria del canale), sembrano andare verso una gestione in proprio o comunque non messa a bando in questa prima fase.

In campo per l’agenzia torinese ci sono nuovi progetti, ma c’è anche da stare più vicini a progetti sui quali LaPresse è impegnata, in particolare nel settore video.

Corriere.it; Gazzetta.it e il Tg di Nove (l’ex Deejay Tv) sono “committenti” ai quali la società – nata a Torino con il nome di “Publifoto” nell’Italia del Dopoguerra e diventata una realtà editoriale con 64 giornalisti, 113 dipendenti e 10 milioni di euro di fatturato – fornisce contenuti news video.

Per l’agenzia – presidente Marco Durante e direttore Antonio Di Rosa – si apre un nuovo capitolo, con lo spostamento della sede centrale da Torino a Milano.

«Per noi – spiega Durante – è un passaggio molto importante. È il segno di un cambiamento che punta a dare una centralità alla nostra agenzia. A Milano abbiamo contatto con possibili altri clienti. Ci sono progetti ai quali stiamo lavorando». Con l’acquisto di Agr e l’affare Aga – agenzia che fornisce servizi chiavi in mano per le pagine dei quotidiani locali – LaPresse negli ultimi anni ha già fatto un salto importante. 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here