Serie A a Natale, ancora niente partite nel periodo natalizio in Italia. La Lega Calcio, infatti, ha bocciato l’ipotesi proposta oggi durante l’assembla.

Il Consiglio di Lega, infatti, ha detto no: niente “boxing day” nella stagione 2016/17, nessuna partita tra Natale e Capodanno come avviene in Inghilterra. Sembrava potesse essere il momento giusto per una svolta, in realtà però l’ipotesi è stata rimandata almeno di un anno, nonostante la spinta di alcuni club di peso.

Ad influire sulla decisione di posticipare la discussione è stata anche la Supercoppa Italiana tra Milan e Juventus. Difficilmente si sarebbe potuta giocare in estate, visto che i rossoneri potrebber essere obbligati a disputare il preliminare di Europa League (in caso di sconfitta in Coppa Italia e sesto posto). Così, per evitare qualsiasi problema, si è deciso che la Supercoppa sarà disputata a dicembre, come già successo nel 2014 quando Juve e Napoli si sfidarono a Doha. Resta da decidere, però, la sede: in Italia o all’estero, con gli Emirati Arabi appare favorita rispetto alle altre sul tavolo, Canada, Australia e Cina.

La scelta sulla Serie A a Natale, comunque, sarà ridiscussa già nella prossima stagione. Nel 2016/17 ci sarà la classica pausa natalizia, ma c’è l’impegno a far giocare una o due partite nel periodo delle feste natalizie nel 2017. Le date sono possibili sono il 26 e il 30 dicembre. La Supercoppa dello stesso anno, invece, si giocherà sempre in inverno, tra dicembre e gennaio.

Serie A a Natale, gli altri argomenti in assemblea

Non solo Serie A a Natale, però. Nell’assemblea di oggi in via Rosellini si è parlato anche dell’esito del procedimento sui diritti tv, concluso dall’Antitrust con una serie di multe alla Lega Serie A, al suo advisor Infront, Sky e Mediaset, e della valutazione di un eventuale ricorso; l’illustrazione delle modalità di sperimentazione della Video Assistance Referee, la cosiddetta moviola in campo, al via dal prossimo campionato; le recenti decisioni della Lega Serie B e della Lega Pro in materia di mutualità e di orgaone dei campionatnizzazii; maturazione ed erogazione del ‘paracadute’ per le società che retrocederanno dalla A alla B al termine di questa stagione.