Inter Thohir Suning Commerce Group, giornate importanti in casa nerazzurra: una delegazione del gruppo cinese, infatti, si trova a Milano.

Prima un incontro a pranzo con il presidente Erick Thohir in un hotel del centro di Milano, poi nel pomeriggio la visita ad Appiano Gentile (con saluti anche a Mancini e alla squadra), questo il programma della delegazione del Suning Commerce Group, che in seguito ha cenato ad Imbersago con Moratti e lo stesso Thohir  e domenica sarà inoltre presente a San Siro per la sfida tra l’Inter e l’Udinese, prima di lasciare l’Italia. Dieci gli esponenti presenti, per visitare le strutture della società dopo l’indagine sulla situazione finanziaria dell’Inter. Ore importanti quindi per definire l’ingresso nella società del gruppo cinese come azionista di minoranza.

Nel cda del 25 febbraio il presidente aveva annunciato l’intenzione di cercare nuovi partner per rafforzare economicamente il club nerazzurro. Il mandato era stato affidato alla Goldman Sachs che ha avviato una due diligence con il colosso cinese Suning. 

All’orizzonte, quindi, nessun ritorno come socio di maggioranza di Massimo Moratti, che ha inoltre confermato la presenza del gruppo cinese in italia: «Un mio ritorno? Per il momento non è stato pianificato nulla di quel genere, anche perché l’attuale socio di maggioranza si sta muovendo per portare un nuovo investitore che ha oggi una delegazione a Milano», le parole dell’ex presidente nerazzurro a margine dell’assemblea Saras. Dichiarando poi all’Ansa che «La cena con i dirigenti del Suning Commerce Group è stata amichevole ed è servita per conoscere gli imprenditori cinesi. Mi hanno fatto una buona impressione, sono persone di ottimo livello. Non so nulla riguardo gli sviluppi – ha aggiunto – della trattativa tra Thohir e i cinesi. La mia posizione nell’Inter? Eh, chissà qual è… Vediamo prima cosa fanno loro e poi si vedrà».

Inter Thohir Suning Commerce Group, pronto aumento di capitale

Sul piatto c’è, quindi, una trattativa per una quota di minoranza, visto che lo stesso Thohir ha più volte confermato la sua intenzione di rimanere al vertice del club. L’ipotesi è quella di un aumento di capitale dedicato: i nuovi azionisti potrebbero investire 50/60 milioni per una quota intorno al 20%, con l’attuale patron e Moratti che vedrebbero diluire la propria quota rispettivamente al 56% e 23,5%.

Ma, come riporta il Corriere dello Sport, serve un totale accordo tra Thohir e l’ex presidente: senza, il magnate indonesiano potrebbe anche diluire “forzatamente” le quote di Moratti, trasformando i 108 milioni di finanziamento soci in versamento in conto capitale. Una mossa che sembra essere l’ultima opzione, nel caso in cui i due attuali azionisti non trovassero un accordo per l’ingresso del Suning Commerce Group.