Minaccia dei tassisti francesi bloccheremo euro 2016Prendere “in ostaggio” l’Europeo 2016 e “bloccare tutte le partite del torneo”. La minaccia arriva dai tassisti francesi, delusi dall’approccio del governo di Parigi contro le applicazioni per il trasporto in città a là Uber. Il presidente dei Taxi di Francia, Ibrahima Silla, ha spiegato di non essere soddisfatto della proposta del governo francese di riacquistare le licenze dei tassisti in difficoltà e ha aggiunto che, se fosse necessario, i taxi di tutto il Paese sono pronti a sfidare le autorità in occasione del torneo di calcio, in programma dal 10 giugno al 10 luglio 2016.

«C’è l’Euro 2016 che arriva – ha detto Silla in un colloquio con France Info – non esiteremo a prendere in ostaggio il torneo e a bloccare tutte le partite. Guardate quello che sta succedendo a Tolosa adesso…», ha aggiunto. Nella città della Francia meridionale da ieri le auto bianche stanno bloccando gli accessi all’aeroporto, e di diverse arterie stradali, per protestare contro le auto a noleggio con conducente. Per venire incontro ai tassisti, il governo proprio ieri ha proposto di riacquistare le licenze di quelli in difficoltà, ma i manifestanti in piazza si dicono insoddisfatti. Come del resto anche Silla che, tuttavia, continua a sedere al tavolo con il governo per trovare una soluzione e – anche – salvare l’Europeo.

Del resto, le proteste in Francia contro le auto Ncc, Uber e applicazioni simili (proliferate al di là delle Alpi), sono state piuttosto accese negli ultimi anni. Solo poche settimane fa, a fine gennaio, il sindacato dei tassisti ha organizzato una protesta contro l’esecutivo francese, sostenendo di aver perso fino al 40% del fatturato da quando le applicazioni per prenotare le auto hanno incominciato a popolare gli smartphone dei cittadini francesi. «Siamo in 60mila, il governo ci ha causato danni, ed è il momento che si assuma le sue responsabilità», ha sottolineato stamatttina Silla parlando con France Info.