Offerte mercato Ibrahimovic parametro zero. Zlatan Ibrahimovic: una macchina da scudetti. Per la precisione 13 in 15 anni. 2 in Olanda, 6 in Italia (compresi i 2 revocati con la Juve), 1 in Spagna e 4 in Francia. Per la prima volta quest’estate potrebbe ritrovarsi tra i parametri zero. Di fatto l’addio al Paris Saint Germain lo ha dato nel dopopartita di domenica rompendo i festeggiamenti per il 9-0 (che ha significato titolo di Francia con 8 giornate d’anticipo) contro il Troyes.

«Per il momento posso dire che l’anno prossimo non sarò più al Paris Saint Germain» le sue parole. Inutili i tentativi del presidente parigino Al Khelaifi che con un «Ibra è fortissimo e noi vogliamo tenerlo» aveva tentato in tutti i modi di blindare il suo bomber. La risposta dello svedese, perfettamente in linea con il suo personaggio, non ha lasciato margini all’interpretazione: «A Parigi mi vogliono bene? Se al posto della Tour Eiffel costruissero una mia statua, rimarrei qui, promesso».

Ibra è sempre decisivo. E anche quest’anno ha contribuito con già 36 gol e 14 assist in 38 gare tra ligue 1 e coppe. Nell’estate del 2016 lo svedese sarà free agent. Libero di firmare quindi con il miglior offerente.

Situazione molto diversa dal passato visto che Zlatan nella sua carriera ha generato 172,8 mln di euro dalle transazioni per i suoi trasferimenti dietro solo allo strapagato Di Maria (177). A 34 anni è il terzo più pagato al mondo 16 milioni e mezzo a stagione, secondo solo a Ronaldo e Messi.

E’ vero, non ha mai vinto la Champions league (ma quest’anno è ancora in corsa), non ha mai alzato il Pallone d’oro ma resta il re dei campionati e, per questo,  soprattutto in Inghilterra, in tanti ce l’hanno nel mirino.

Sopra tutti il Manchester United che vuole tornare a dettare legge oltremanica e ha messo il primo tassello con la firma di Jose Mourinho. Ibra, nonostante l’età potrebbe guadagnare sempre tra i 15 e i 20 mln di euro a stagione in relazione agli anni di contratto. Si parte dai 15,6 milioni circa che attualmente percepisce al Paris Saint Germain, considerando che lo stesso club potrebbe offrirgli il rinnovo.

Ibra potrebbe tornare da Mourinho dopo che i due all’Inter si dissero addio proprio nell’anno in cui i nerazzurri avrebbero centrato il Triplete. Ma il rapporto tra i due è sempre stato ottimo, ed il pragmatico Mou sa che con Ibrahimovic il suo Manchester United avrebbe subito un giocatore di grande rendimento, esperienza e soprattutto carisma, quello che serve per dare subito la scossa ad un ambiente in cerca di nuovi equilibri sin da quando sir Alex Ferguson ha salutato tutti per godersi la meritata pensione.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here