Barcellona Triplete premi, i blaugrana corrono un “rischio” non da poco: tutta colpa dei bonus da versare ai giocatori in caso di vittorie nei trofei.

Strano, verrebbe da dire, perché l’obiettivo primario resta quello di vincere il più possibile. Però una grande squadra come il Barcellona deve fare i conti anche con spese non indifferenti, come i premi per i successi. Secondo quanto riporta Marca, il club blaugrana ha previsto questi premi (indicativamente) nei contratti per i propri giocatori, da calcolare in percentuale allo stipendio. Per la stagione in corso, scrive il quotidiano spagnolo, i bonus sarebbero questi:

– 0% per la vittoria della Copa del Rey;

– 9% per la vittoria della Liga;

– 12% per la vittoria della Champions;

– 12% per Liga e Copa del Rey;

– 15% per Champions e Copa del Rey;

– 21% per Liga e Champions;

– 25% per Liga, Champions e Copa del Rey.

Il problema parte, però, nella scorsa stagione. Prima della finale di Champions, infatti, il presidente Bartomeu aveva promesso un premio speciale se il Barça avesse alzato la coppa e, quindi, conquistato il Triplete. Una promessa rimasta tale per alcuni mesi, finché cioè i blaugrana non hanno vinto anche Supercoppa Europea e Mondiale per Club, tornei i cui bonus non erano inclusi. Dopo le due vittorie, l’argomento è tornato d’attualità e la società ha deciso di pagare complessivamente (per la tripletti e gli ultimi due tornei) 30 milioni di euro.

Barcellona Triplete premi, debito in crescita

Soldi che, però, non erano stati previsti nel bilancio. Nel budget erano stati inseriti soli i 25 milioni complessivi per la vittoria nel campionato. Quei 30 milioni infatti dovranno essere inseriti nei costi, e se il Barça (primo nella Liga, approdato ai quarti di Champions dopo aver eliminato l’Arsenal e in finale di Copa del Rey) arrivasse anche quest’anno al Triplete se ne aggiungerebbero altri 25 circa, sostiene Marca.

Cinquantacinque milioni che andrebbero ad influire pesantemente sui costi del club catalano, che sta già cercando di abbassare i debiti per poter dare il via alla costruzione del nuovo stadio (per potere iniziare devono essere inferiori a 200 milioni). Un caso più unico che raro: vincere potrebbe causare difficoltà.