Nuovo stadio Belgrado. La Serbia non è riuscita a qualificarsi, nonostante l’impegno, agli Europei che si disputeranno la prossima estate in Francia, ma non ha intenzione di interrompere il proprio impegno nel mondo del calcio e vuole tornare competitiva il prima possibile. Il primo ministro del Paese, Alexander Vucic ha così voluto annunciare che il suo governo è pronto a stanziare ben 150 milioni di euro per costruire un nuovo stadio in grado di ospitare anche le partite della Nazionale a Belgrado.

Pur non essendo ancora arrivati alla fase dei lavori, iniziano già ad emergere alcuni dettagli relativi al progetto. Il nuovo stadio dovrebbe avere una capienza tra i 50 e i 60 mila spettatori, una cornice adatta quindi per gare particolarmente importanti.

In totale, la realizzazione della struttura dovrebbe richiedere un costo massimo di 250 milioni di euro, almeno secondo le stime fatte dal presidente della Federcalcio serba (FSS) Tomislav Karadzic.

Karadzic ci ha tenuto inoltre a sottolineare che potrebbe essere possibile riuscire a ottenere un introito pari a 15 milioni di euro da parte di FIFA  e UEFA, pronte a dare il proprio contributo per la realizzazione di nuove strutture. Questo però significa che la Federcalcio serba ha la necessità di trovare i restanti 85 milioni per portare a compimento un progetto certamente ambizioso.

Il primo ministro ci ha inoltre tenuto a sottolineare che il nuovo stadio potrebbe essere preso in gestione da uno dei due club della capitale serba, Stella Rossa e Partizan Belgrado. Almeno per ora non sono state prese ancora decisioni ufficiali su quale delle società sarà la prescelta. Vucic non ha però nascosto che una questione così rilevante potrebbe avere risvolti negativi per il calcio serbo: “Non so se lo stadio sarà rilevato dalla Stella Rossa o dal Partizan, ma questo creerà un conflitto”.

Al momento, infatti, entrambi i club della capitale hanno già uno stadio, ma entrambi sarebbero interessati al nuovo impianto che potrebbe dare un nuovo impulso allo sport in Serbia.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here