Sorteggio ottavi Europa League. Il miglior abbinamento possibile. E’ quello che è capitato alla Lazio che negli ottavi di finale di Europa League incontrerà lo Sparta Praga, ovvero la peggiore piazzata nel ranking tra le squadre rimaste in Europa League.

La squadra ceka in questo momento è al 57 esimo posto europeo con 36,4 punti totali. Solo il Gent tra le squadre ancora in corsa a livello europeo è piazzato peggio.

Di questi punti ben 14,3 li ha collezionati in questa stagione in cui è 23esima per media punti raccolta fino a questo momento. La Lazio con 15,266 è invece diciottesima.

La Lazio è 27esima in Europa per valore della rosa, la stima Transfermarkt la pone tra Newcastle (182 milioni) e Benfica (172,55 milioni). Un valore che non è nemmeno paragonabile a quello dello Sparta Praga che totalizza solo 28,5 milioni di euro (ben lontana dalla top 100 del ranking Transfermarkt che si chiude con l’Empoli valutato 60,48 milioni di euro) ed in cui gli unici giocatori con una valutazione che tocca i 3 milioni di euro sono Ondrej Mazuch (difensore centrale classe 1989 valutato 3 milioni di euro) e soprattutto l’ala sinistra classe 1992 Ladislav Krejci (3,5 milioni) che rappresenta al momento il prospetto più interessante nella scuderia della Sport Investments International (che gestisce quasi tutti giocatori cechi tra cui il portiere dell’Arsenal Petr Chech).

el

Poteva certo andare peggio se si pensa che il turno di Europa League metterà di frontele due squadre (economicamente) più quotate rimaste in gara, ovvero il Liverpool e il Manchester United.

Un accoppiamento, quest’ultimo, che va bene anche all’Italia in chiave ranking. Come scritto questa mattina in questo momento l’obiettivo nazionale – dopo l’eliminazione di Napoli e Fiorentina e le difficoltà di Roma e Juventus in Champions League – è quello di limitare i danni.

Innanzitutto lo scontro diretto avrà l’effetto di dimezzare subito i punti a disposizione delle squadre inglesi (che potranno al massimo farne 4 anzichè 8 da poter sommare al totale che poi viene utilizzato per fare la media-ranking) oltre naturalmente ad escluderne una dal turno successivo.

Allo stesso tempo difficile è certamente l’accoppiamento del Tottenham, che ha pescato il Borussia Dortmund. Trovare inglesi e italiane in numero pari nei quarti di finale di Europa League (e quindi con l’Italia in vantaggio visto che le nostre fanno media sulle 6 partecipanti totali mentre le inglesi sono partite in 8) a questo punto non è una situazione impossibile.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here