Progetto sviluppo start up Technogym. Le start up che operano nel mondo dello sport ora possono contare su una nuova alternativa rispetto al finanziamento bancario quando hanno la necessità di sviluppare un progetto innovativo. Il produttore italiano di macchine per il fitness Technogym ha infatti lanciato la terza edizione del suo “Wellness Accelerator Program” da utilizzare per i progetti e le applicazione di un settore che non sembra risentire della crisi. Questa volta a seguire il lavoro sarà la famiglia Alessandri, proprietaria dell’azienda, in collaborazione con H-Farm, Venture Accelerator che opera in ambito internazionale. Sarà quindi un supporto importante per chi ha in mente un’idea interessante da tradurre in realtà.

Da sempre Technogym si è concentrata sull’innovazione per sviluppare le proprie attività: nel 1996. infatti, ha lanciato il primo sistema software per la gestione dell’allenamento, nel 2003 il primo schermo tv integrato su un attrezzo fitness, nel 2007 il primo attrezzo online e nel 2012 la prima piattaforma “cloud” nel mondo del fitness in grado di connettere persone, attrezzi e palestre.

Sarà possibile iscriversi al programma per la primavera 2016 entro il prossimo 15 marzo. Questo permetterà di selezionare le cinque idee migliori in cui investire. L’obiettivo di questa iniziativa, secondo la società, è di lanciare progetti innovativi per ristrutturare e migliorare il settore del fitness.

Le start up selezionate avranno la possibilità di ricevere un premio pari a 15.000 euro in contanti fornito dal produttore e potranno mettere a punto iniziative proprie con il supporto di H-Farm, azienda che fornisce servizi di tutoraggio, reti internazionali, vitto e alloggio, spazi di lavoro ed eventi esclusivi.

Il fondatore di Technogym, Nerio Alessandri, ha quindi voluto sottolineare come sia nata questa idea che può portare a miglioramenti significativi per la sua azienda: “Il benessere è una delle tendenze più rilevanti a livello globale e siamo quindi orgogliosi di poter dare il nostro contributo per la realizzazione di idee innovative che possano aiutare i giovani dotati di talento e capacità a trasformare in realtà i propri sogni”.

L’esempio più chiaro di quanto può essere realizzato con questa iniziativa lo possiamo riscontrare con WeFitter, per cui il proprietario di Technogym è arrivato a investire la cifra certamente notevole di 260.000 euro. Questa società catalana, che quantifica la formazione degli utenti per far sì che possano ottenere dei premi, può già contare su 15.000 persone registrate e ha chiuso il 2015 che si è da poco concluso con un fatturato di 60.000 euro.

L’impegno dell’azienda non si è però esaurito qui: Technogym, infatti, solo pochi giorni fa ha firmato un accordo di partnership per la durata di due anni con il Paris Saint Germain. Come concordato con lo staff tecnico, le tre squadre professioniste del club potranno beneficiare del know-how della società di wellness e fitness per la propria preparazione atletica.

Il contratto prevede l’allestimento del centro di Ooredoo, del ParcdesPrinces, del centro di allenamento di Bougival e dello Stadio Coubertin con le macchine più avanzate realizzate dall’azienda italiana. ‘‘Da oltre 30 anni – ha commentato Alessandri – facciamo parte della quotidianità degli atleti professionisti per aiutarli a raggiungere la miglior condizione possibile. Siamo molto contenti di poter offrire il nostro know-how alle squadre del Paris Saint-Germain”.