Sponsor Bayer Leverkusen. Cambiamento importante a livello commerciale in casa Bayer Leverkusen: la formazione tedesca, che in questa stagione ha affrontato Lazio e Roma, si appresta a dire addio al proprio sponsor tecnico Adidas. Si tratta di una decisione particolarmente rilevante visto che la formazione allenata da Roger Schmidt era legata al brand sportivo ormai da quarant’anni.

Il club rossonero ha deciso di affidarsi a Jako, competitor tedesco con sede a Mulfingen, Baden-Württemberg. Adidas, invece, da ora in avanti punta a concentrarsi solamente sui top team europei con cui vuole mettere in atto una strategia di valorizzazione il più possibile personalizzata.

La nuova partnership stipulata dal Bayer Leverkusen, secondo quanto riporta il magazine “Bild”, ha un valore di 2.2 milioni di euro all’anno. L’accordo raggiunto da Jako rappresenta per l’azienda un importante deal alla luce della dimensione del produttore di abbigliamento sportivo, soprattutto se paragonato ad altri colossi tedeschi come Adidas e Puma.

La società simboleggiata dalle tre strisce, invece, può continuare a sorridere. Adidas, ha chiuso il terzo trimestre del 2015 con un utile netto in crescita del 10% a 311 milioni di euro.

Già nei prossimi giorni dovrebbe arrivare l’annuncio ufficiale della nuova partnership. Jako sta cercando di consolidare sempre di più la sua presenza in un campionato importante come la Bundesliga, dove supporta già squadre importanti come Hannover e Darmstadt. In Bundesliga 2, l’equivalente della nostra serie B, invece, l’azienda di abbigliamento sportivo sponsorizza il Karlshrue. Nelle prossime settimane potrebbero così emergere le prime indiscrezioni sulle maglie del Leverkusen per la prossima stagione.

L’appeal del campionato tedesco sembra essere in costante crescita come confermato dalla possibilità, a partire dal 2017, di avere sponsor di manica individuali. Attualmente questo spazio viene occupato dal logo “Hermes Logistik Group”, ma ora che il contratto in essere non è stato rinnovato tutte e 36 le formazioni di Bundesliga 1 e 2 avranno la possibilità di trattare in modo individuale con l’azienda che deciderà di supportarle.