Ricavi tv Liga Real Madrid Barcellona. Il nuovo accordo collettivo sui diritti tv della Liga sta riequilibrando la situazione penalizzando i due maggiori club che rimangono comunque di gran lunga i più ricchi e premiati dalle tv.

In Spagna si deve ancora risolvere la questione della vendita dei dei diritti tv in chiaro, ma l’andamento della Liga comincia a far capire chiaramente come sarà il panorama audiovisivo e quanto i club potrebbero ricevere nel corso di questa stagione e nella prossima.

La grande novità è che rispetto al passato Barcellona e Real Madrid vedranno una decurtazione complessiva del loro peso. I calcoli ufficiali della Liga parlano di 1,303 miliardi di euro da dividere fra i club. Barcellona e Real Madrid avranno il 22,8%. Con le trattative private i due ricevevano il 35%. Una decurtazione del 12,2% che comunque non corrisponderà ad un minore introito ma ad una conferma dei valori precedenti.

In pratica con il contratto collettivo Barcellona e Real Madrid si trovano ad accettare una non crescita nei prossimi anni: la valorizzazione andrà tutta nelle tasche degli altri club. Nessuna decurtazione, quindi, solo una crescita molto molto contenuta.

L’obiettivo del nuovo contratto a medio periodo è che le squadre abbiano un rapporto 4:1 tra la prima e l’ultima per introiti televisivi.

I risultati ottenuti dai catalani nelle ultime stagioni, inoltre, permetteranno di superare per la prima volta il Real Madrid nella Liga nei ricavi per i diritti tv.

Va ricordato che le componenti principali sono 3: quota fissa (32,5 milioni di euro), impatto sociale (calcolato su abbonati e numero dei soci) e risultati sportivi (la voce che crea ancora le maggiri discriminazioni).

Nel dettaglio, il Barcellona sommerà 32,5 mln fissi, 65 mln per impatto sociale e 55 milioni per risultati sportivi. Il Real Madrid ha un’unica differenza: i suoi risutati sportivi valgono 47,5 mln.

Tutti gli altri club vedono in netta crescita i loro ricavi.

Da 48 a 62 milioni di euro il Valencia, che tuttavia perde il terzo posto a favore dell’Atletico Madrid (decisiva in questo senso la componente sociale) che sale da 41,6 a 67 mln.

Interessante soprattutto la prospettiva. Se Barça e Real rimarranno grosso modo intorno ai 150 milioni complessivi, per l’Atletico nel 2017 è atteso un altro forte incremento, fino alla soglia dei 100 milioni di euro. Una decina in più del Valencia.

Incrementi record per Real Betis e Sporting Gijon, rispettivamente del 67% e 63%. Per il Betis il forte miglioramento è riconducibile principalmente all’impatto sociale, che assicurerà 10,5 milioni: in pratica più del totale dei ricavi da diritti tv precedenti.

Bene anche Siviglia e Athletic Bilbao (+55%). Gli andalusi potranno beneficiare della suddivisione fatta per meriti sportivi per passare da 35 a 77 milioni di euro in meno di tre anni, mentre i “leoni” potranno far valere il proprio impatto sociale per duplicare le proprie entrate, da 32,5 a 73,5 milioni.

2 COMMENTI

  1. […] Per Deloitte saranno ancora i ricavi da diritti tv a rappresentare il maggior incremento nel prossimo anno. Va ricordato del resto che  alla fine della stagione entreranno in vigore i nuovi accordi in particolare per la Premier League inglese (+71% rispetto al passato) e la Liga spagnola (recentemente passata per 1,1 miliardi di dollari alla contrattazione collettiva). […]

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here