San Antonio Spurs e calcio, il binomio suona strano ma potrebbe diventare realtà. La proprietà della franchigia NBA infatti punta a portare presto una squadra della MLS nella città del Texas, iniziando intanto con un club di USL (la terza divisione statunitense) dal 2016.

La Spurs Sports & Entertainment (SS&E), che tra le altre cose possiede appunto i San Antonio Spurs (cinque titoli NBA dal 1999 ad oggi), ha nei giorni scorsi firmato un accordo con il comune della città texana e con la contea di Bexar per far giocare una squadra USL al Toyota Field, un impianto da 8500 spettatori (ma espandibile fino a 18 mila) utilizzato fino al 2015 dai San Antonio Scorpions, squadra di NASL (seconda divisione Usa) e pagato dalle due amministrazioni circa 18 milioni di dollari. L’obiettivo è chiaro: portare una società MLS in Texas. Traguardo già reso noto, forti non solo del fatto che cinque delle ultime squadre approdate in MLS hanno giocato precedentemente in USL, ma anche del fatto che la Major League Soccer è in forte espansione, tanto che esiste già il progetto di espandere il campionato dalle attuali 20 fino a 28 società.  “Non vediamo l’ora di portare il più alto livello di calcio a San Antonio”, le parole di Rick Pych, direttore commerciale della SS&E. 

L'idea di un tifoso, che ha creato la divisa da calcio dei San Antonio Spurs
L’idea di un tifoso, che ha creato la divisa da calcio dei San Antonio Spurs

Il calcio negli Usa sta prendendo quindi sempre più piede, non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello economico: il “soccer” infatti è visto pure come un veicolo di ricavi importanti, oltre ad essere appetibile per i gruppi che già possiedono squadre in altre sport. Basti pensare agli investimenti dei vari Stan Kroenke (che oltre ai Denver Nuggets in NBA ha anche i Colorado Rapids di MLS e una percentuale dell’Arsenal), della Maple Leaf Sports (che possiede tutte le squadre di Toronto) ma anche di Erick Thohir, che oltre all’Inter è proprietario del Dc United e, dopo aver ceduto le sue quote dei 76ers in Nba, sta pensando ad un nuovo invesimento nel basket Usa.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here