Qualificazioni a sorpresa Coppa Italia. Dominano i Giant Killers. Come in FA Cup. La Coppa Italia sta riservando sorprese incredibili: Alessandria, Spezia e Carpi sono nei quarti di finale. Aspetteranno la vincente di Milan-Sampdoria per capire quali fortune potrà avere il loro cammino.

Finalmente l’interesse che il pubblico chiedeva, per una coppa da troppi anni ingessata dai tabelloni capaci per lo più di favorire le squadre di vertice. Quest’anno, probabilmente, il vero complice è stato il campionato caratterizzato a una competitività elevatissima.

“In un certo senso ero stato premonitore quando durante la gara avevo twittato che i protagonisti sarebbero stati i tifosi bianconeri con la loro passione, il loro onore e la grande civiltà. In duemila sono scesi all’Olimpico per assaporare la gioia di un grande appuntamento, altri per la giornata feriale sono rimasti a casa. Ma tutti hanno esultato per un risultato storico”. Così il presidente della Lega B, Andrea Abodi, commentando con l’Ansa la qualificazione dello Spezia ai quarti di Coppa Italia ai danni della Roma.

“Bravi la squadra e l’allenatore che sono stati perfettamente capaci di restare in campo con una grande della A, mostrando con i calci di rigore una lucidità mentale e atletica che certifica un ottimo allenamento non solo nelle gambe – dice ancora Abodi, felicissimo per l’impresa dei liguri -. E’ il frutto di un progetto sportivo alimentato da uno staff competente e da una persona straordinaria come Gabriele Volpi, grande appassionato di sport e di calcio che si merita questa soddisfazione”.

Ora per lo Spezia un quarto inedito con l’Alessandria: “Congratulazioni anche a loro – conclude Abodi – per il grande risultato. Sarà una gara avvincente e d’altri tempi, una piacevole sorpresa per tutti noi”. Chi vince si prenderà la vincente della sfida tra il Carpi e la vincente di Milan – Sampdoria. Una Coppa Italia che somiglia alla FA Cup e che sempre di più i tifosi vogliono così.