Udinese, stadio Friuli
Veduta aerea del cantiere del nuovo stadio Friuli

Cambio nome stadio Friuli. Lo stadio Friuli, dove l’Udinese disputa le sue gare casalinghe, non cambierà nome. Ad annunciare la decisione è stata proprio la società bianconera e in particolare il presidente Pozzo che ha voluto rivolgersi direttamente ai suoi tifosi dalle pagine del “Messaggero Veneto”. Non si tratta di una scelta fatta a caso visto che nelle scorse settimane, quando le polemiche erano particolarmente accese in merito al possibile cambio del nome in “Dacia Arena”, lo stesso quotidiano aveva suggerito per primo di arrivare a quel compromesso – alla fine raggiunto – in grado di salvaguardare le giuste esigenze di business e di innovazione, difendendo al contempo la tradizione e il forte attaccamento dimostrato dai friulani nei confronti di un simbolo di questa terra.

L’impianto situato in Piazzale Repubblica Argentina, infatti, si continuerà a chiamare ufficialmente “Stadio Friuli” e il nome “Dacia Arena” vi sarà soltanto affiancato.

La casa automobilistica che riporta il proprio nome sulle maglie della formazione bianconera sarà quindi solo uno sponsor per lo stadio, mentre resta invece accantonato, a questo punto in modo definitivo, il progetto di “naming”  – sul modello degli stadi americani e di qualche impianto europeo – che aveva scatenato una vera e propria sollevazione popolare da parte dei tifosi. In breve tempo, infatti, erano partite petizioni sul web e atroci critiche sui social network per la possibilità di trasformare il nome dell’impianto in “Dacia Arena”.

Su questo tema si era espressa anche la presidente della Regione Debora Serracchiani, mentre il Consiglio Regionale aveva votato all’unanimità una mozione in cui si chiedeva di mantenere “Stadio Friuli” posizionando successivamente l’eventuale nome dello sponsor.

Al di là delle dichiarazioni ufficiali sembra però piuttosto semplice immaginare che la scelta di non modificare il nome dello stadio Friuli sia stata fatta soprattutto tenendo presenti i pareri di migliaia di tifosi: l’Udinese, infatti, è uno dei club che tiene in modo particolare al rapporto con i propri sostenitori e in questa vicenda non poteva che muoversi di conseguenza.

Non possiamo escludere però che la scelta sia stata condizionata anche da possibili dubbi legati alle conseguenze di un contratto di “naming”: in caso di cambio sponsor da parte della società bianconera, infatti, si sarebbe stati costretti a ricominciare daccapo la procedura di modifica dell’accordo sottoscritto da palazzo D’Aronco con l’Udinese per il trasferimento del diritto di superficie.

L’inaugurazione del nuovo stadio Friuli è ormai imminente e il club non poteva certamente permettersi che potesse avvenire tra i malumori della tifoseria.

Lo stadio continuerà quindi a chiamarsi Friuli, mentre il nome Dacia Arena sarà posizionato all’esterno dell’impianto, dopo la denominazione ufficiale, sulla “pancia” delle due curve. In cambio, il marchio automobilistico verserà all’Udinese 2,5 milioni di euro in cinque anni – 500 mila euro all’anno – che resteranno completamente alla società bianconera visto che con il tramonto del progetto “Dacia Arena Friuli” è saltata anche la possibilità di versare una parte della sponsorizzazione al Comune.

 

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here