Ajax, Cruyff lascia la carica di consigliere in polemica con il club. E’ divorzio tra Johan Cruyff e l’Ajax, ad annunciarlo è la leggenda del calcio olandese che lascia la carica di consigliere dei Lancieri. La decisione è stata presa proprio dallo stesso ex fuoriclasse olandese, che in un’intervista rilasciata al giornale “De Telegraaf” ha voluto sottolineare cosa l’abbia spinto ad abbandonare l’incarico ricoperto in un club a cui è legato da sempre: Da qualche anno le mie idee non vengono sostenute dall’Ajax e l’impressione è che questo avvenga deliberatamente. Non ci sto a questi giochetti”.

Negli ultimi tempi le discussioni tra Cruyff e il club sono sorte in modo particolare in riferimento alla gestione del settore giovanile, un ambito in cui la società della capitale olandese ha sempre primeggiato dando la possibilità a diversi campioni di muovere i primi passi. Recentemente, infatti, è stato allontanato dalla squadra giovanile, il suo pupillo Wim Jonk che con lui condivide la politica di puntare sul settore giovanile per rilanciare la squadra.

Cruyff avverte quindi la sensazione di sentirsi isolato e, peggio ancora, messo in mezzo nelle lotte interne al club. “Me ne vado – scrive – In questi anni mi sono reso conto che la mia visione delle cose non è stata condivisa. Inoltre sono sempre più sicuro che tutto è stato fatto in modo deliberato e non voglio entrare in questo gioco”, il riferimento agli scontri in società.

L’olandese si augura quindi che presto, per il bene del club, possa esserci un cambio di rotta rispetto a come si sta agendo attualmente: Sono solo un dirigente e spero che le scelte future vengano prese da persone esperte. I dirigenti dell’Ajax devono sedersi e mettersi in gioco, assicurandosi che vada tutto bene ma senza più il paravento del ‘piano di Johan Cruyff‘ perchè il mio nome non ci sarà più”.

Cruiyff, 68 anni, ha vinto con la maglia della squadra di Amsterdam otto titoli nazionali e 3 coppe dei campioni dal 1964 al 1973. Come tecnico è stato alla guida dei Lancieri dal 1985 al 1988 con cui ha vinto la Coppa dei campioni nel 1987. Lo scorso mese l’ex giocatore ha annunciato pubblicamente di essere stato colpito da un tumore ai polmoni.