La prima trimestrale Manchester United dell’esercizio 2015/16 si è chiusa con ricavi in crescita del 39,3% a 123,6 milioni di sterline.

I ricavi commerciali sono cresciuti del 25,4% a 71,2 milioni di sterline, grazie al contributo delle sponsorizzazioni (46,3 milioni), delle attività di merchandising e licesing (22,3 milioni, in virtù dell’impatto positivo del nuovo accordo con Adidas) e di ricavi da Mobile & Content pari a 2,6 milioni.

I ricavi da diritti tv, registrati nella trimestrale Manchester United, sono aumentati del 64,3% a 27,6 milioni di sterline, principalmente grazie al ritorno dei Red Devils in Champions League, cui si aggiunge il fatto che in questo primo scorcio di stagione lo United ha giocato una gara casalinga in più in Premier League rispetto allo scorso anno.

I ricavi da stadio sono cresciuti del 64,2% a 24,8 milioni di sterline. Anche in questo caso la crescita è legata al ritorno in Champions, che ha impattato positivamente sulla trimestrale Manchester United, e al maggior numero di gare disputate ad Old Trafford rispetto al primo trimestre della stagione 2014/15.

I costi operativi del primo trimestre sono stati pari a 106,7 milioni di sterline, con un aumento del 15% rispetto allo stesso periodo della passata stagione. Nel dettaglio il costo del personale si è attestato a 58,9 milioni, in crescita del 19,2% in virtù del rinnovo di alcuni contratti in essere.

Trimestrale Manchester United, i risultati al 30 settembre 2015
Trimestrale Manchester United, i risultati al 30 settembre 2015

Ammortamenti e svalutazioni si sono attestati a quota 24,7 milioni di sterline, mentre il palyer trading ha avuto un risultato negativo nella prima trimestrale Manchester United per 7,4 milioni di sterline a fronte del profitto di 18,3 milioni del primo trimestre 2014/15. Gli oneri finanziari sono dimuiti di 1,8 milioni sterline attestandosi a 1,8 milioni.

L’utile di periodo è stato di 5 milioni, in flessione rispetto agli 8,9 milioni del primo trimestre 2014/15, a causa del minor apporto del player trading.

Dal punto di vista patrimoniale finanziario il debito netto (emesso in dollari Usa) è cresciuto da 271,9 milioni di sterline a 286,2 milioni, anche in virtù di un cambio tra dollari e sterline sfavorevole.

Per quanto riguarda l’intero esercizio 2015/16 il Manchester United si attende ricavi compresi tra 500 e 510 milioni di sterline e un Ebitda rettificato compreso tra 165 e 175 milioni di sterline.