Avranno un seguito le parole di ieri del presidente federale Carlo Tavecchio, pronunciate prima della presentazione della nuova maglia della nazionale, che ha affermato in maniera netta “Secondo noi il ranking va cambiato”.

Nel mirino della federazione c’è il Ranking Uefa per nazioni (diverso da quello per club che viene calcolato per attribuire i posti nelle coppe europee): è stato creato nel 2008 da Michel Platinì e viene usato nei sorteggi dell’Europeo mentre in futuro sarà ancora più importante perchè stabilirà pure i posti per la Coppa delle Nazioni.

Diverso ancora è il ranking Fifa, dedicato alla nazionali. Nato nel ‘93, valuta i risultati degli ultimi 4 anni pesandoli, e fino al 2006 era obiettivamente piuttosto discutibile (i paesi del Nordamerica erano sempre nei piani alti): è stato «aggiustato» e oggi rispecchia abbastanza i valori (nei primi 5 posti, a novembre, i campioni del mondo, i campioni del Sudamerica e i vice campioni dei due tornei).

PROPOSTA UVA Negli ultimi tempi il ranking non è andato benissimo per l’Italia. Pareggiando con l’Armenia abbiamo perso il treno della prima fascia a Brasile 2014. Il k.o. in amichevole con il Portogallo ci ha scaraventato in seconda fascia nel sorteggio delle qualificazioni a Russia 2018. E per 97 miseri punti (33442 contro 34345) il Belgio ci ha tolto l’ultima testa di serie al sorteggio per Euro 2016 (il 12 dicembre a Parigi).

Non solo per questioni italiane, però, il dg della Federcalcio Michele Uva porterà oggi una proposta alla commissione squadre nazionali Uefa (di cui fa parte): chiederà se i meccanismi dei due ranking siano ancora adeguati, se sia il caso di studiare qualche accorgimento oppure se va bene così.

Una proposta da formalizzare ma che sarà discussa — eventualmente — in futuro: sia in sede Uefa sia proponendo interventi alla Fifa.

SITUAZIONE ITALIA Oggi l’Italia è 4° nel ranking Uefa per club, 13° in quello Fifa (battendo Belgio e Romania entrerebbe quasi sicuramente nella Top 10) e 6° in quello Uefa per nazionali. Ha conosciuto tempi migliori.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here