Stadio Chieti, urge chiarezza tra il Comune ed il club per risolvere tutte le questioni inerenti il campo di gioco. Qualificazione giuridica del rapporto che dovrà nascere fra la Chieti Calcio e il Comune di Chieti in base al quale verranno poi modulati i termini della gestione e della concessione dell?impianto sportivo.

E ancora: pagamento dei debiti pregressi della Società a favore del Comune, descrizione dettagliata e tecnicamente ineccepibile del cronoprogramma delle opere che la Societa’ calcistica intende realizzare nello stadio e rispetto dei regolamenti e delle leggi vigenti.

Sono i quattro punti da chiarire, secondo il sindaco di Chieti Umberto Di Primio, prima di giungere ad una convenzione o concessione con la Chieti Calcio per affidare a quest’ultima la gestione dello stadio Angelini.

Una convenzione o una concessione che sia innanzitutto giuridicamente sostenibile e utile per la città e la società sportiva” ha detto Di Primio al termine dell’incontro avuto questa mattina con gli assessori allo sport e alle finanze, Antonio Viola e Valentina Luise, con il dirigente del V Settore del Comune, Paolo Intorbida e due funzionari dell’ufficio Sport del Comune, con i quali ha esaminato, nel dettaglio, le modalità dell’accordo che intercorreranno tra il Comune e la Chieti Calcio.

Solo dopo aver avuto tali chiarimenti – conclude Di Primio- si potrà decidere con quali modalità assegnare la gestione o concessione e la durata cronologica dello Stadio alla Chieti Calcio. Per tale ragione, ho già fissato un altro tavolo tecnico con la società e gli uffici per giovedì 12 novembre“.

Dunque, tutto dipenderà da come andrà la riunione che si terrà presso il Comune di Chieti, con la società di calcio. I punti da chiarire sono tanti, prima che arrivi il via libera per una convenzione che consenta al Chieti di usufruire dell’impianto, ma i presupposti per giungere ad un compromesso sembrerebbero esserci tutti.