Mediaset prepara nuovi decoder per vedere la Champions via satellite. Da questa stagione è ormai noto che la Champions League è visibile solamente agli abbonati di Mediaset Premium e questo accadrà anche per le prossime due stagioni, ma il notevole sforzo fatto sul piano economico da parte di Piersilvio Berlusconi al momento non è stato del tutto ripagato nei fatti. Il numero dei clienti della piattaforma sul digitale terrestre, infatti, è cresciuto solo in modo limitato e la migrazione da una pay TV all’altra che in molti si attendevano non si è verificata.

Proprio per questo Mediaset ha ora deciso, per quanto possibile, di provare a correre ai ripari. Arriveranno infatti a gennaio i nuovi decoder che permetteranno al Biscione di vedere le sue partite di calcio della Champions League anche agli utenti della tv via satellite. Secondo quanto scrive “Affari e Finanza di Repubblica” si tratta di una mossa che si sta pensando di mettere in atto per cercare di venire incontro agli utenti che ancora, nonostante le offerte in vigore, non hanno stipulato un contratto con Premium, ma che vorrebbero vedere le sfide della massima competizione calcistica a livello continentale.

Per Mediaset la scelta di andare sul satellite rappresenta comunque una scelta piuttosto rischiosa proprio perché è certamente dispendiosa, ma non si ha la garanzia che questa possa essere premiata dagli utenti. Si tratta però allo stesso tempo di un segno di come i decoder non siano più prodotti di fascia medio – bassa e quindi di durata inferiore, come accaduto spesso in passato.

L’andamento di Premium è però uno snodo cruciale anche per il futuro di tutto il gruppo Mediaset ed è per questo che ogni strategia deve essere valutata con particolare cura. Il quotidiano sottolinea quindi quanto sia fondamentale per l’azienda investire anche in altri settori oltre al calcio per diventare una vera media company e allargare quindi anche il suo bacino di utenza, ma questo è l’unica strada per incrementare i ricavi e i costi in crescita.