Agcom, Mediaset, diritti tv

Agcom chiude tre siti pirata: trasmettevano partite di Serie A. L’’Autorità per le garanzie nella comunicazione (AgCom) ha nuovamente riconosciuto il diritto di Mediaset a vedere tutelato il proprio investimento sui diritti tv delle partite di calcio di “Serie A” contro lo streaming illecito operato da siti pirata. Sulla piattaforma di Cologno Monzese, infatti, gli utenti hanno la possibilità di seguire tutte le partite in casa e in trasferta di otto squadre che militano nel massimo campionato, ovvero Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio, Napoli, Genoa e Fiorentina. I club non sono stati scelti a caso visto che sono quelli con il numero maggiore di tifosi nel nostro Paese. L’Agcom ha quindi disposto la disabilitazione dell’accesso ai portali aliez.tv, portalzuca.com e calcion.co.

Non si tratta comunque della prima volta in cui una decisione di questo tipo viene messa in atto, ma si è resa necessaria proprio per contrastare la diffusione illecita di contenuti ai danni di chi – in questo caso, Mediaset Premium – investe nell’acquisizione legale di diritti televisivi. La decisione di chiudere i siti è arrivata proprio su segnalazione dell’azienda del Biscione, che ha subito verificato cosa stesse accadendo e non ha esitato a muoversi con una misura incisiva.

I comportamenti dell’Agcom sono veloci, ma stanno già iniziando a produrre i loro effetti: nelle prime otto giornate di campionato disputate fino a questo momento, infatti, si registra un calo del 60% rispetto al passato delle trasmissioni illegali ai danni di Mediaset Premium.

L’Agcom non ha comunque intenzione di fermarsi qui: l’Autorità Garante ha comunicato di essere al lavoro per riscontrare altre azioni di pirateria online, riconducibili a un ristretto numero di portali. Mediaset non ha però escluso, attraverso un comunicato ufficiale emesso in giornata, se dovesse riscontrare altre violazioni del proprio diritto di autore, di muoversi anche in ambito penale. Il provvedimento dell’Agcom- si legge nel comunicato – riconosce il diritto del gruppo tv “a vedere tutelato il proprio investimento sui diritti tv delle partite di calcio di Serie A contro lo streaming illecito operato da siti pirata”.