Elezioni Fifa, sceicco Al Khalifa verso la candidatura

Elezioni Fifa, sceicco Al Khalifa verso la candidatura. Si avvicina il termine in cui dovranno essere presentate le candidature alla presidenza della Fifa, anche se per conoscere il successore di…

fifa logo

Elezioni Fifa, sceicco Al Khalifa verso la candidatura. Si avvicina il termine in cui dovranno essere presentate le candidature alla presidenza della Fifa, anche se per conoscere il successore di Joseph Blatter, che ha deciso di porre fine al suo lungo mandato dopo i tanti scandali che hanno coinvolto lui e alcuni suoi collaboratori, si dovrà attendere il 26 febbraio, giorno in cui è previsto il momento del voto. Proprio per questo si stanno definendo con il passare dei giorno in modo sempre più preciso quali saranno i candidati.

Dopo l’ufficializzazione del nome del principe di Giordania Alìbin al- Hussein, che ha deciso di riprovarci dopo la sconfitta subita a maggio nonostante potesse contare sull’appoggio dell’Uefa e di Michael Platini, ora si sta definendo un altro possibile aspirante alla presidenza. Si tratta dello sceicco del Bahrein, Salman ben Ibrahim al Khalifa, che starebbe pensando di presentare la sua candidatura. Il suo nome è particolarmente nel mondo del calcio dove riveste anche la carica di presidente della Confederazione Asiatica e vice presidente della federazione mondiale del calcio.

L’ufficializzazione della “discesa in campo” dello sceicco Al Khalifa dovrebbe avvenire dopo la riunione del Comitato Esecutivo della prossima settimana. Fino a questo momento l’uomo si è sempre professato un sostenitore della candidatura dell’attuale presidente della Uefa Michel Platini, che appariva il favorito, ma la situazione sembra essere cambiata dopo la sospensione per novanta giorni da ogni attività legata al calcio subita dal francese. La sanzione inflitta all’ex campione francese, infatti, è arrivata a causa di un presunto pagamento mai giustificato ricevuto nel 2011 da Joseph Blatter, anch’egli inibito per tre mesi: proprio per questo ora starebbe meditando di candidarsi contro l’altro competitor, il principe giordano Ali bin al- Hussein, pur sapendo che smuovere le tante personalità che ancora adesso sostengono Platini sarà tutt’altro che semplice. Il termine ultimo per la presentazione delle candidature e’ stato fissato per il 26 ottobre.

 

 

Temi

FIFA