Home Notizie Media Diritti tv Infront Serie A, Spinelli: “Il lavoro fatto è buono”

Diritti tv Infront Serie A, Spinelli: “Il lavoro fatto è buono”

Diritti tv Infront Serie A. “Infront ha fatto una buona campagna per le squadra di calcio, avendo aumentato i diritti tv, se poi questa torta se la spartiscono 6 o 7 società questo non va bene, ma con la serie B è stato fatto da loro un ottimo lavoro. Quello che vedo è che i diritti tv sono saliti di molto anche in Serie B. Il problema della Serie A è che non ha un presidente”. Il presidente del Livorno, Aldo Spinelli, giudica positivo il lavoro fatto da Infront nel calcio italiano per quanto riguarda i diritti televisivi, anche se su Infront – come noto – la Procura di Milano ha aperto una inchiesta.

Il numero uno del Livorno ha poi parlato della posizione del tecnico Panucci. “Io voglio vincere. Panucci in questo momento ha dei giovani bravi e interessanti. Abbiamo una rosa di 32-33 giocatori, ne mancavano 5-6 ed ha dovuto adattare qualche giocatore fuori ruolo, ma certi errori non li condivido e non li accetto”, ha aggiunto Spinelli a Radio Anch’Io Sport in merito al pareggio per 1-1 contro l’Avellino. Spinelli dopo 30 anni vorrebbe lasciare il Livorno.

“I soldi che prendiamo dalla Lega sono neanche il 50% di quelli che mettiamo noi. E’ entrato un gruppo inglese tra i più importanti al mondo, abbiamo fatto una joint venture ma fuori dal calcio, non ci vogliono entrare. Io dopo 30 anni vorrei lasciare, ma ho già visto squadre che hanno cambiato in 30 anni 5-6 proprietà, tutti hanno cambiato due-tre-quattro presidenti, se si eccettua il Milan di Berlusconi. La legge Bosman ha rovinato il calcio, se prendiamo 100 e diamo 150 a giocatori e procuratori il calcio non si risanerà mai”, ha concluso Spinelli.