Stadio Napoli, la questione ‘San Paolo’ nella città partenopea è sempre all’ordine del giorno: la questione questa volta non riguarda il restyling della struttura di Fuorigrotta ma una convenzione ponte che duri fino alla fine della stagione, per poi firmarne una definitiva e che sia in linea con le richieste del club e del Comune.

Lo stadio è sicuramente da ristrutturare, stiamo decidendo come fare. Ma se il presidente della Società Sportiva calcioNapoli dice che è un cesso, ci vogliono i soldi. Per passare dal cesso al salotto ci vogliono almeno settanta milioni di euro. Solitamente se ne occupano i presidenti di società e De Laurentiis ha stanziato 20 milioni di euro“. Risponde così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, alle domande dei conduttori di ‘Un giorno da Pecora’, su Radio 2.

Venti milioni sicuramente sono molto per il restyling di una struttura fatiscente come quella del ‘San Paolo’ ma un primo piccolo passo è stato fatto.

Per fare in modo però che il progetto vada avanti serve una convenzione ponte che duri fino a fine stagione, in modo tale da avere il tempo di redigere una convenzione nuova, duratura e che rispetti le richieste del Comune di Napoli e del club partenopeo di Aurelio De Laurentiis.

Al momento però la situazione non sembra semplice in quanto, ieri, per la seconda volta nel giro di due settimane, il Comune di Napoli ha rinviato la questione in quanto, una parte dei consiglieri comunali vorrebbero che il Napoli pagasse di più di quanto prevedeva la convenzione scaduta pochi mesi fa.

Il rischio è che non si arrivi ad un accordo quanto prima e che il Napoli di De Laurentiis debba pagare di partita in partita l’affitto del campo.

Nel caso in cui non si dovesse giungere ad un accordo per la convenzione ponte, il Napoli di Aurelio De Laurentiis, sarà costretto a pagare l’affitto del San Paolo di partita in partita,  a cominciare dalla prossima gara di campionato, che è in programma domenica 18 ottobre alle ore 15 contro la Fiorentina.

Se dovesse prender corpo tale soluzione, si dovrà anche chiarire se la quota dell’affitto, maggiorata del 10 per cento, debba essere versata prima o dopo l gara.