Assieme alla lettera per gli azionisti, la Juventus ha pubblicato una versione più dettagliata della relazione finanziaria riguardante la stagione 2014/15.

Dalla versione del 1° ottobre, emergono alcuni dai interessanti riguardanti la composizione dei ricavi dell’ultimo anno, oltre ad alcuni dettagli sull’ultima campagna trasferimenti. Confermata, inoltre, la volontà del club di gestire direttamente la parte merchandising, accordandosi con Adidas per non ricevere alcun compenso fisso. Pubblicati inoltre dettagli sul progetto Continassa.

I ricavi da diritti tv a 194 milioni di euro: +43 rispetto al 2013/14

I ricavi da diritti tv salgono a 194,7 milioni di euro: +43,7 rispetto al 2013/14, quando tali ricavi erano ammontati a 151 milioni. questo è il primo dato che salta all’occhio, spulciando la relazione finanziaria pubblicata dal club.

bilancio juventus ricavi
Bilancio Juventus, il dettaglio dei ricavi 2014/15

I ricavi totali del club ammontano a 348,2 milioni di euro, contro 315,8 dell’esercizio precedente, se si considerano anche i proventi dalla gestione dei diritti dei calciatori. Nel dettaglio, i ricavi da sponsor e pubblicità sono di 53,8 milioni (+6,5) rispetto al bilancio scorso, i ricavi da gare a 51,4 milioni (+10,4), gli altri ricavi a 24,8 milioni (-2,3), mentre i proventi dalla gestione calciatori ammontano a 23,5 milioni, meno dei 36,4 milioni del 2013/14.

L’aumento più grosso lo fanno registrare i proventi da diritti tv: 194,7 milioni, corrispondenti al 55,9% del fatturato e in aumento di 43,7 milioni rispetto ai 151 del’anno precedente. Nel dettaglio, è la partecipazione alla Champions ad avere l’effetto più remunerativo: se lo scorso anno i proventi da competizioni Uefa erano ammontati a 501, milioni di euro, nell’ultima stagione i ricavi sono arrivati a 88,6 milioni di euro, per effetto del raggiungimento della finale di Champions. 

bilancio juventus tv ricavi
Bilancio Juventus, il dettaglio dei ricavi da diritti tv

L’effetto della “Coppa dalle grandi orecchie” si è visto anche nei proventi da gare: sono 51,4 milioni, grazie alla finale di coppa (+5,8 milioni) e alla biglietteria da gare di Champions (+1,8 milioni). Incide positivamente anche il ricavo complessivo delle gare amichevoli, che porta alle casse bianconere 1,5 milioni in più. Diminuiscono i proventi da gestione calciatori, per l’effetto di minori plusvalenze da cessioni (-14,8 milioni), ma aumentano i ricavi da cessioni temporanee (+1,8). 

Aumentano i costi operativi

In aumento i costi operativi: 263,8 milioni, (+7% rispetto a 246,6 milioni dell’anno precedente). Aumenta soprattutto il costo del personale tesserato (178,8 milioni, +10,9 rispetto ad anno precedente), così come gli oneri da gestione diritti dei calciatori: 7,1 milioni contro 3,8 del 2013/14. I diritti pluriennali alle prestazioni calciatori ammontano a 114,2 milioni, con un decremento di 5,7 milioni. Il patrimonio netto è di 44,6 milioni, in aumento rispetto ai 42,6 milioni grazie soprattutto all’utile dell’esercizio di 2,3 milioni.

La Campagna trasferimenti: 30,9 milioni la plusvalenza di Vidal

Il club ha anche pubblicato dettagli relativi alle campagne trasferimenti. Nell’ultima, quella estiva, il club ha investito in totale 114 milioni di euro: acquisizioni per 134,2 milioni e e cessioni per 20,2. Confermate le cifre degli investimenti: 11 milioni per Hernanes, 26 per Alex Sandro, 14 per riscattare Pereyra, 18 Zaza, 32 per Dybala. Per le cessioni: 11 per Ogbonna, 37 per Vidal (per una plusvalenza di 30,9 milioni), 6,5 per Tevez. Rinnovati i contratti a Bonucci, Marchisio e Rugani, tutti fino al 2020, con effetto di minori ammortamenti per 1,3 milioni di euro.

bilancio juventus calciomercato spesa
Bilancio Juventus, il dettaglio del mercato 2015/16

Il progetto Continassa: operativo il fondo J-Village

Ci sono anche dettagli sul progetto Continassa: nel mese di luglio, Accademia Sgr Spa, ha dato avvio all’operatività del fondo immobiliare J-Village che si occuperà di riqualificare gran parte dell’area della Continassa. Accademia Sgr ha raccolto gli impegni di investimento di vari sottoscrittori, pari a 52,8 milioni di euro. Nella prima parte di agosto, è stato sottoscritto il contratto di finanziamento con gli istituti finanziatori del fondo, Ubi Banca e Unicredit, “per complessivi massimi di 64,5 milioni.

Il club ha apportato al fondo la titolarità dei diritti di superficie su un’area di circa 148.700 metri quadrati e dei relativi diritti edificatori per 34.830 metri quadrati, per un controvalore complessivo di 24,1 milioni di euro. Il Comune h dato le autorizzazioni per edificare la Scuola Internazionale, l’Hotel e il nuovo Training and Media Center. Prevista anche la costrizione della nuova sede del club e del concept store. Il programma dei lavori prevede la consegna entro l’inizio dell’estate 2017.

 

4 COMMENTI

  1. Mi potete spiegare in cosa consistono i 106,1 milioni da cessione diritti media visto che i diritti tv italiani di quest’anno dovrebbero essere di circa 95 milioni? La differenza da cosa dipende? Grazie.

    • Ciao Federico, nello specifico il club spiega che “I proventi da cessione diritti media dell’esercizio si incrementano di 5,2 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente per effetto, principalmente, dei maggiori proventi derivanti dalla ripartizione dei diritti audiovisivi del campionato per la stagione 2014/15”. Oggi sono 106,1, contro i 100,9 del 2013/14.

      • Un’altra cosa che ho notato e che si deduce dal dato di 88,6 milioni di ricavi da CL è che il market pool era superiore a quello preventivato. Si può dedurre un MP di circa 93,5 milioni rispetto agli 80-81 previsti. Anche il bilancio della roma sembra confermarlo.

  2. i servizi esterni aumentano ancor di più, oltre 45 milioni di euro è incredibile che la Juventus dica di spendere 1.3 milioni per una biglietteria che di fatto non esiste non avendo nemmeno il sito ufficiale un sistema di vendita diretto appoggiandosi a lsiticket e non avendo nemmeno un servizio telefonico proprio.
    7 milioni per tle trasferte, svariati 4 milioni per lo stipendio di consiglieri, organi sociali (cosa producono queste persone per la Juventus), la sicurezza costa 5 milioni di euro, nessuno in Italia ha costi simili. Tutti soldi tolti alal gestione sportiva.
    Ma nessuno ne parla soloa lcuni blogger juventini,,,

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here