Audizione di Lotito all’Antitrust. Claudio Lotito verrà sentito oggi (ore 14) dall’Antitrust a Roma. Proprio il presidente della Lazio è considerato una figura chiave nell’ambito dell‘istruttoria aperta lo scorso 13 maggio nei confronti di Sky Italia e Rti-Mediaset, Infront Italy e della Lega nazionale professionisti di serie A in merito all’assegnazione dei diritti televisivi per il campionato di calcio nel triennio 2015-2018.

L’attività era partita in seguito alla ormai famosa telefonata tra Lotito e il di Pino Iodice dell’Ischia nella quale Lotito affermava di “aver messo d’accordo Murdoch e Berlusconi”. L’ipotesi è quella che l’accordo sia stato una sorta di spartizione tra i due big player del mercato televisivo.

Accordi finalizzati, come riporta l’edizione odierna de La Repubblica: «ad escludere possibili nuovi concorrenti dalmercato (…) cristallizzando le assegnazioni operate nelle stagioni calcistiche precedenti».

Il 19 maggio scorso, al fine di verificare tale ipotesi, l’autorità ha disposto anche degli accessi da parte della guardia di Finanza presso le sedi delle società interessate, dove gli investigatori hanno prelevato documenti e file relativi al dossier in questione.

L’audizione di Lotito arriva dopo quelle dei manager di Infront – che si sono svolte fino alla tarda serata di ieri -, Sky e Mediaset. Il procedimento dovrà concludersi entro il 30 aprile 2016.

Nei mesi scorsi, come rivelato sempre da Repubblica, sul caso “diritti tv” ha cominciato a indagare anche la procuradi Milano. L’ipotesi di reato contestata dai pm Roberto Pellicano e Giovanni Polizzi a un numero ancora imprecisato di indagati è quella di ostacolo alla vigilanza. Un reato punibile con il carcere fino a quattro anni .