Bee Techaubol “è venuto qualche giorno fa a Milano, era assolutamente tranquillo, abbiamo fissato l’appuntamento per il 30. Le informazioni che ho dalle banche che lavorano con lui e anche con noi sono tutte positive“: lo ha detto Silvio Berlusconi a proposito dell’accordo per la cessione del 48% del Milan al thailandese, aggiungendo che “fin quando non li vediamo entrare non siamo sicuri“.

“Dalla commercializzazione del nostro marchio in Asia calcoliamo la possibilità di avere qualcosa più di 100 milioni di entrate all’anno”, ha spiegato Berlusconi, chiarendo che prima della quotazione in una Borsa orientale il Milan “deve raggiungere due risultati: tornare almeno in semifinale di Champions e chiudere il bilancio in attivo, non elevato ma considerevole“. La crisi delle Borse cinesi, ha aggiunto l’ex premier la scorsa notte, dopo aver cenato assieme all’ad Adriano Galliani, “non cambia assolutamente la possibilità di quotare il Milan in una Borsa come Hong Kong o Shanghai”.

Il presidente del Milan si è soffermato anche sulla questione dello stadio sottolineando come la figlia Barbara  “aveva fatto un sogno e c’è rimasta male, però ha capito le motivazioni per cui abbiamo dovuto fare marcia indietro”. “Io sono innamorato di San Siro, poi adesso sta diventando ancora più bello”, ha spiegato Berlusconi la scorsa notte, dopo aver cenato assieme all’ad del Milan, Adriano Galliani. “Dalla parte delle tribune ci sono tante novità, dobbiamo preparare San Siro ad accogliere la prossima finale di Champions. Io personalmente sono contento che il Milan rimanga a San Siro. Entravo a San Siro con mio padre che mi teneva per mano e mi facevo piccolo piccolo per pagare un biglietto solo. Io San Siro ce l’ho veramente nel cuore”.

Berlusconi: Milan costruito per stare in alto, bene Calabria contro il Palermo

Berlusconi, che ieri era a San Siro per assistere a Milan Palermo, ha commentato positivamente la prestazione della squadra di Sinisa Mihajlovic, vittoriosa per 3-2 sui rosanero. Il Milan può ambire ai vertici della classifica? “Io credo di sì, è stato costruito per questo – ha notato il presidente rossonero -. Abbiamo fuori giocatori importanti come Ely e Bertolacci, abbiamo una rosa con una seconda squadra che può equivalere la prima”. “Dopo il derby abbiamo espresso soddisfazione sul modo di stare in campo della squadra, confermato con il Palermo: siamo soddisfatti e speranzosi. Sento critiche al centrocampo ma con il Palermo ho visto una mediana assolutamente capace e in forma – ha detto Berlusconi -. Abbiamo ritrovato il nostro Montolivo che ha distribuito palloni da vero regista, alla Pirlo. Quindi sono soddisfatto di questo centrocampo. Calabria? Ha conquistato gli spalti con un intervento più bello dell’altro, da applausi. Fa molto piacere perché è un prodotto del nostro vivaio, quindi evviva“.