Si chiama European Club Association, meglio conosciuta con il suo sibillino acronimo internazionale di “ECA”. È l’associazione dei top club calcistici d’Europa e ne fa parte con un ruolo di accresciuto prestigio anche il Napoli, che ieri mattina ha avuto per la prima volta il diritto di voto durante la assemblea elettiva che si è svolta a Ginevra: con all’ordine del giorno la nomina del nuovo Comitato Esecutivo.
Secondo quanto riporta l’edizione odierna di ‘Repubblica’ di Napoli, la società azzurra, rappresentata dall’amministratore delegato Andrea Chiavelli, ha contribuito con un ruolo di primo piano nella nomina di Andrea Agnelli: che è stato confermato come rappresentante dell’Italia all’interno dell’esclusivo e potente “board”, presieduto per almeno un altro biennio dal tedesco Karl Heinz Rummenigge (il numero uno del Bayern di Monaco).
È invece una novità la “promozione” del Napoli, che è passato dal rango di membro associato a quello di membro ordinario: grazie agli ottimi risultati ottenuti dalla squadra sul campo nelle ultime cinque stagioni internazionali.
Fa fede il ranking Uefa, in cui gli azzurri si sono arrampicati tra i venti top club e in Italia sono alle spalle solo della Juventus, con Inter e Milan lasciate in scia. Il voto – nell’Eca – è una esclusiva prerogativa delle migliori quattro società di ogni nazione iscritta ed è per questo che ieri l’ad Chiavelli (braccio destro di Aurelio De Laurentiis) ha avuto per la prima volta l’accesso all’urna di Ginevra: privilegio concesso solamente a 26 Grandi Elettori in tutto il continente.
Cresce dunque la considerazione del Napoli in campo internazionale e non è escluso che di questo passo – quando si rivoterà tra due anni – possa essere proprio De Laurentiis il candidato dell’Italia per il comitato esecutivo. Ma intanto toccherà a Chiavelli avere probabilmente un ruolo operativo, come membro del Financial Working Group che sarà nominato nella prossima riunione e si occuperà delle delicate tematiche finanziarie: su tutte quella del fair play.
Per continuare a recitare un ruolo di primo piano, però, il Napoli ha bisogno di confermarsi sul campo: già dall’Europa League ormai alle porte. Con Chiavelli, ieri, hanno votato solo Agnelli (Juve), Fassone (Inter) e Gandini (Milan). Nell’Eca, gli azzurri sono tra i top club.