Serie a sponsorizzazioni – Ammonta a 92,15 milioni di euro il valore totale degli sponsor di maglia della serie A in questa stagione 2015/16. Una buona notizia: il valore è in ripresa rispetto a due stagioni fa, quando il valore complessivo era di 69 milioni di euro. Inoltre, rispetto a un anno fa, sono solo cinque le squadre senza main sponsor, contro le sette dello scorso anno a inizio campionato. La notizia meno buona è che, rispetto alle stagione 2012/13 e 2014/15, non c’è però stata grossa evoluzione: sia tre stagioni fa che nell’ultima, il valore totale era di 84 milioni di euro.

Per calcolare il valore relativo alla Serie A, abbiamo incrociato i dati forniti dall’annuale studio di Sport Economy “Jersey Sponsor Index” con i dati in nostro possesso e tratti dai bilanci societari dei vari club. La classifica comprende i tre tipi di sponsorship in Serie A: main sponsor, il secondo sponsor e quello retro (cioè dietro la maglia).

A comandare la classifica non ci sono grandi del nostro campionato, ma il Sassuolo: la squadra di Giorgio Squinzi può contare su un assegno annuale da 22 milioni firmato Mapei, che detiene anche i naming rights dello stadio di Reggio Emilia, dove il Sassuolo gioca le proprie gare casalinghe. Seguono la Juventus con Jeep e il Milan con Emirates, entrambe con 17 milioni di euro. Entrambe prevedono, oltre a tale floor, un tetto di bonus massimo di 3 milioni di euro.

Quindi c’è la Pirelli, main sponsor dell’Inter a 13 milioni (e con il contratto in scadenza), segue il Napoli, primo tra le grandi ad avere il doppio sponsor: Lete (primo sponsor) e Pasta Garofalo portano nelle casse degli azzurri 9,7 milioni di euro annui.

Seguono: Atalanta (Suisse Gas/Elettrocanali) con 2,5 milioni, Torino (Suzuki Vitara/Tecnoalarm) con 2 milioni, Chievo Verona con il classico Paluani alla quale si aggiungono altri due brand come Payexe Nobis a 1,5 milioni, l’Hellas Verona sempre con 1,5 milioni grazie al doppio sponsor Metano Nord e Leaderform Sec Ponteggi. Il Frosinone neo promosso ha due sponsor: Banca Popolare del Frusinate e Gala 7-Sette: valore 1,2 milioni. L’Empoli da Gensan, Computer Gross e Ngm prende 1,1 milioni. Il Bologna dal nuovo sponsor Faac 1 milione, così come l’Udinese da Dacia. Il Carpi con Azimut guadagna 0,7 milioni.

Una parte della classifica è dedicata alle squadre senza main sponsor: la Fiorentina ha sì Save The Children, ma è uno sponsor no profit. La Sampdoria da Tempotest ne prende 0,5. Il Genoa da Leaseplan ricava 450 mila euro, Palermo, Lazio e Roma sono ancora alla ricerca di uno sponsor.

sponsor serie a 2015 2016

 

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here