Abbonamenti Mediaset Premium. C’è fiducia attorno al piano Mediaset Premium attraverso il quale la tv del Biscione intende coprire a partire nel prossimo anno gli investimenti (700 milioni di euro per il triennio 2015-2018) per aggiudicarsi i diritti di trasmissione della Champions League.

Ieri a Piazza Affari il titolo (che ha chiuso a 4,56 euro, +0,56%) è stato a lungo tra i migliori della giornata. Una fiducia che può essere decisiva per la tenuta delle strategie nel lungo periodo.

Si tratta comunque di una situazione non facile, anche perchè Mediaset Premium oltre all’esborso per la Champions ha dovuto rimpolpare il palinsesto continuando a puntare sulla serie A (dove trasmetterà le partite delle migliori 8 squadre di serie A) e rilevando anche Ligue1  (Francia) e Scottish Premiership (Scozia), non riuscendo tuttavia a raggiungere l’altro obiettivo di prestigio, ovvero la Liga Spagnola. Le dirette di Barcellona e Real Madrid del resto avrebbero permesso di ritagliarsi un’altra fetta importante del mercato visto il seguito di cui godono le due società.

Alla fine l’esborso complessivo è stato di oltre 1 miliardo di euro ed arrivare a 500 mila nuovi clienti è l’obiettivo. Questi si andrebbero a sommare agli attuali 1,7 milioni di abbonati: 250 mila sarebbero clienti di Sky Italia che raddoppierebbero l’abbonamento per vedere la massima competizione calcistica europea; 100 mila sarebbero i clienti della pay tv di Rupert Murdoch pronti a cambiare piattaforma a pagamento; e, infine, 150 mila sarebbero nuovi clienti, finora non abbonati né a Premium, né a Sky.

Brutte notizie invece dalla Spagna dove – come riporta oggi il quotidiano Milano Finanza – il Biscione è stato multato per 600 mila euro dalla Consob locale per pubblicità occulta. inserita nel programma Qué tiempo tan feliz.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here