Un investimento da 700 milioni di Euro sulla Champions League per puntare al mezzo milione di abbonati. Con questo obiettivo Mediaset Premium ha lanciato la sfida delle sottoscrizioni. E con il via dei playoff ci sarà già un primo responso sulla bontà della scelta, perchè con la Lazio qualificata è chiaro che il bacino di tifosi direttamente interessato crescerà.

Vero che il bacino di pubblico della Lazio non è così esteso, ma altrettanto vero che per il gruppo tv guidato da Pier Silvio Berlusconi avere tre frecce all’arco nell’ambito della sfida delle tv a pagamento con Sky (che ha i diritti per l’Europa League, dove, in caso di sconfitta, finirà lo stesso club biancoceleste) sarebbe un bell’aiuto.

Ai 700 milioni della Champions bisogna infatti aggiungere i 300 milioni per le partite delle migliori 8 squadre di serie A e i diritti pagati a Warner e Universal per Ligue1 francese e Scottish Premiership.

Ora servono i risultati. E per ottenerli sono arrivati anche gli accordi commerciali sui pacchetti per Telecom talia e Vodafone.

L’asticella dovrebbe essere a 500 mila abbonati, anche se – come riferisce Milano Finanza riportando voci non confermate dall’azienda – non è chiaro se il dato sia relativo al solo primo anno, ossia la stagione calcistica 2015-2016, o se riguardi il triennio.

Secondo alcuni osservatori, quella del mezzo milione di nuovi clienti sarebbe la soglia minima da raggiungere nell’arco del secondo semestre 2015, quindi entro dicembre. Secondo altre interpretazioni, invece, vista la crisi dei consumi e considerato che Sky Italia continua a mantenere lo zoccolo duro di 4,75 milioni di abbonati, i 500 mila nuovi clienti potranno arrivare nell’arco di un biennio.

Ma in questo caso il Biscione dovrebbe rivedere le proprie politiche commerciali e strategiche sul fronte Premium.

Mezzo milione di nuovi clienti a 36 euro al mese (il prezzo del pacchetto Serie& Doc + Calcio&Sport, che costa 432 euro su base annua) per tre anni porterebbero nelle casse di Mediaset, nella più rosea delle ipotesi, quasi 650 milioni di euro. Ma non è detto che tutti i clienti si abbonino quest’anno e che poi restino fedeli a Premium fino al 2018. E non va neppure trascurato il fatto che già sul sito della pay tv del Biscione compaiono offerte: per esempio, il pacchetto completo da 42 euro è stato scontato a 26.

Ma a quale bacino attingerebbe la tv della famiglia Berlusconi per centrare l’obiettivo dei 500 mila clienti? La metà esatta di questi, quindi 250 mila, secondo le stime di mercato, sarebbero attuali abbonati di Sky che pur di non perdersi le partite di Champions sarebbero disposti a sottoscrivere un secondo abbonamento televisivo.

Altri 100 mila sarebbero clienti di Sky, in larga parte tifosi della Juventus, pronti a lasciare la pay tv di Murdoch per saltare sul carro di Premium.

Infine, altri 150 mila sarebbe utenti che al momento non dispongono di alcun abbonamento pay tv.

2 COMMENTI