Napoli, l’era Sarri è iniziata e la squadra, pian piano, sta prendendo sempre più forma. Dopo Reina e Valdifiori, il Napoli sta provando in tutti i modi ad assecondare le richieste dell’ex tecnico dell’Empoli.

Se per Allan le due società, Udinese e Napoli, stanno discutendo il da farsi e nei prossimi giorni si potrebbe smuovere qualcosa, per Astori la situazione invece è più complicata. Il Napoli vorrebbe che il difensore cagliaritano rinunciasse al contratto con la Puma.

La questione dei diritti d’immagine per il Napoli è sempre stata dannosa (vedi il caso Criscito nel 2011). Astori per diventare un calciatore partenopeo dovrebbe rescindere il contratto con la Puma per una cifra da 50 mila euro. Sia il difensore che il club azzurro non vogliono saperne di pagare tale cifra e per questo motivo la trattativa si è, almeno per il momento, arenata.

L’intento del Napoli è quello di prendere i giocatori adatti al gioco di Sarri ma allo stesso tempo di risanare il buco da 20 milioni che è nel bilancio. Per questo motivo, la lista dei giocatori in partenza aumenta ogni giorno sempre di più. Uno dei calciatori che, almeno per il momento, non dovrebbe esser nella lista delle cessioni è Ghoulam.

A confermare tale scelta societaria è il direttore sportivo del Napoli, Cristiano Giuntoli, che intervistato dal quotidiano algerino ‘Le Buteur’ a proposito del terzino africano, ha detto: “Ghoulam resterà al Napoli nella prossima stagione. Rientra nei nostri piani, non abbiamo mai pensato di separarci. Arsenal e Atletico Madrid non ci hanno fatto pervenire nessun offerta, se arriverà una proposta concreta la valuteremo“.

Insomma, Giuntoli respinge le ipotesi di offerte da 10 milioni da parte dell’Arsenal e dell’Atletico Madrid ma allo stesso tempo lascia la porta aperta per offerte più allettanti. In casa Napoli si attendono novità sulla questione Callejon dato che, finora non sono giunte offerte superiori ai 12 milioni.

La carta da giocare, in uscita, per De Laurentiis sarebbe proprio Gonzalo Higuain, anche se il suo procuratore oggi a ‘Radio CRC’ ha smentito la possibile partenza del proprio assistito.

L’unico che parla della clausola è De Laurentiis, sembra che lo voglia vendere perché dal giorno successivo all’ultima partita di campionato parla spesso di questo argomento –  Nicolas Higuain, fratello di Gonzalo e suo agente- Io non so se il presidente abbia ricevuto offerte, però è l’unico a parlare di clausola, forse si tratta di una strategia per alzare il prezzo. La clausola rescissoria esiste, è di 90 milioni più un’imposta“.

Nonostante si parli molto dell’Arsenal, come club interessato al club argentino, alcune voci provenienti dalla Francia, spingono invece l’attaccante del Napoli verso il Psg. Nel caso in cui Ibrahimovic dovesse lasciare Parigi, sarebbe Higuain il primo della lista ed i 94 milioni richiesti dal patron azzurro non sarebbero tanto un problema.  Il procuratore precisa però che “nessuna squadra mi ha chiesto Higuain, non so se a De Laurentiis siano arrivate offerte perché non sento il presidente da dopo la partita con la Lazio, alla cena di fine campionato prima delle vacanze, ma credo che se fosse arrivato qualcosa di concreto mi avrebbe chiamato. Forse quella di De Laurentiis è una strategia per vendere Higuain ad un prezzo altissimo ed acquistare con il ricavato otto giocatori oppure forse parla della clausola perché essendo alta andrebbe a scoraggiare i club intenzionati a comprarlo con l’intento di trattenerlo“.

Dunque, un mercato difficile per il Napoli del trio De Laurentiis – Giuntoli – Sarri, sia in entrata che in uscita ma gli obiettivi restano sempre tre: rinforzare la squadra, abbassare il monte ingaggi del 25% e risanare il bilancio.