Arda Turan per i prossimi 13 giorni sarà un giocatore del Barcellona. Poi si vedrà. Il centrocampista turco potrebbe essere l’acquisto più caro e allo stesso tempo meno duraturo della storia del Barça: ai blaugrana il suo ingaggio può costare più di 3 milioni di euro per circa due settimane. Nelle quali il ragazzo arrivato dall’Atletico non potrebbe giocare nemmeno un’amichevole, visto il blocco (molto teorico) del mercato del Barça, che potrà far debuttare i nuovi acquisti solo a gennaio prossimo.

La storia è questa: il club campione d’Europa ha annunciato di aver ingaggiato il 28enne trequartista Arda Turan, uno dei migliori giocatori del campionato spagnolo – spesso accostato al Leonida del film “300” sia per temperamento che per somiglianza fisica – per 34 milioni di euro più 7 di bonus, e ha firmato un contratto di cinque anni con i catalani. Fino a qui tutto normale. Ma ora viene il bello. Il Barcellona dispone ora di un’opzione per restituirlo all’Atletico Madrid entro il 20 luglio per poco meno di 31 milioni di euro (il 90% del prezzo di acquisto) a seconda del risultato delle elezioni presidenziali del club catalano, che si terranno il 18 luglio (qui lo Speciale di Calcio&Finanza). Se il prossimo presidente deciderà che Arda non vale quei soldi, “brucerà” 3 milioni e rotti e rispedirà il calciatore al mittente, riprendendosi i suoi 30 milioni di euro e passa.

“La decisione non poteva essere protratta più a lungo”, ha spiegato Ramon Adell, presidente del comitato di gestione del Barcellona sul sito del club blaugrana. Probabilmente perché il Turan aveva offerte anche dalla Premier League (Chelsea in testa), e perché a Bartomeu faceva comodo piazzare un super colpo a pochi giorni dalla tornata elettorale per rimediare al fallimento della trattativa per portare Pogba in blaugrana. “Il presidente entrante (i principali contendenti sono Bartomeu, attualmente in carica, e Joan Laporta, ndr) ha così la possibilità di non confermare l’accordo, così si proteggono gli interessi del club e si rispettano la decisione finale del presidente eletto”. Se Laporta, in caso fosse eletto, non vorrà confermare Turan, il ragazzo – che ha già svolto le visite mediche ed è stato presentato con la maglia blaugrana – dovrà tornarsene all’Atletico. Per sua fortuna l’ipotesi è piuttosto remota: Luis Enrique e il comitato tecnico hanno dato parere favorevole al suo acquisto. L’ennesimo tassello di una squadra di fenomeni. Con due settimane di suspance.