Si chiama “The Storm” e rischia per davvero di spazzare via gli equilibri nel mercato dell’abbigliamento sportivo. E’ la prima campagna pubblicitaria a livello mondiale del marchio New Balance, che, nelle intenzioni della multinazionale di Boston, dovrà assicurare al noto brand, da poco attivissimo anche nel mondo del calcio europeo, una posizione privilegiata al fianco dei colossi Nike e Adidas.

Come sottolinea anche il portale Marketing Deportivo infatti, NB, come parte di una strategia marketing davvero globale e ribattezzata in maniera così evocativa, ha lanciato uno spot televisivo, sia negli Stati Uniti che in altri mercati-chiave per l’azienda, supportati dall’ormai imprescindibile contributo comunicativo dei social network, grazie ai quali proporsi come un marchio a tutto tondo e per tutti gli sport. In esso infatti, si notano le attività sportive che NB vuole fare sue per incrementare visibilità del brand e profitti: il running, il calcio, il baseball e il tennis.

E proprio nel football del Vecchio Continente NB ha individuato la nuova frontiera per spingere ulteriormente una crescita, in popolarità ed economica, che pare inarrestabile: l’azienda infatti, negli ultimi 5 anni, ha un tasso di crescita medio del 15% e i ricavi, nel 2014 fermi a 3,3 miliardi, al termine del 2015 dovrebbero toccare quota 4 miliardi. Tradotto: NB cresce più di Nike, attuale leader del mercato dello sport, e di Under Armour, che si è proposta come la principale antagonista della multinazionale dell’Oregon a breve/medio termine.

Al centro della strategia, l’identificazione del marchio con lo sport, più che con il settore abbigliamento in genere: oltre al calcio, legandosi allo sport più famoso negli Usa, il baseball, al tennis, a cui non manca popolarità, NB vuole produrre la virata necessaria per assicurarsi una fetta di mercato sempre più consistente a livello internazionale