“L’Europa League? Siamo tranquilli, andremo anche noi come è accaduto l’anno scorso al Torino che era nella nostra stessa situazione”. Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, manifesta tranquillità nonostante l’indagine della Uefa – che ha chiesto ulteriori documentazioni al club – per una possibile esclusione della Samp dalla prossima Europa League. Al centro della vicenda c’è l’illecito sportivo di Stefano Guberti, ex giocatore doriano, che non rispetterebbe i parametri della Uefa. Ma il vulcanico “Viperetta” ha detto che “se l’Uefa vorrà un confronto, non c’è nessun problema: siamo a disposizione. Ripeto, non sono preoccupato: la giustizia è fatta da galantuomini”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Antonio Romei, uomo fiducia del presidente: “Entro una settimana avremo la risposta dall’Uefa, ma il nostro progetto non cambia”. Intanto però ci sarebbe già al lavoro un pool di avvocati coordinati da Lucio Colantuono, che starebbe preparando le memorie difensive per conto della Sampdoria. Le memorie dovranno essere depositate entro il 16 giugno e la discussione è già stata fissata per il 17 giugno a Nyon, nella sede dell’Uefa. Il pool sta anche lavorando al ricorso, in caso di decisione negativa dell’Uefa, da depositare al Tribunale arbitrale dello sport (Tas) di Losanna.

Alla presentazione di Walter Zenga come nuovo allenatore della Sampdoria, insieme a Ferrero c’era anche Edoardo Garrone, l’uomo che un anno fa convocò una conferenza stampa a sospresa per annunciare di aver ceduto la società all’imprenditore romano del cinema. C’è chi pensa che in realtà dietro Ferrero ci sia ancora Garrone. “Non è vero, magari fosse così”, ha risposto il numero uno del Doria. Eppure la presenza di Garrone ha sospreso tutti. L’ex presidente ha detto sul suo successore: “Avevo previsto avrebbe fatto bene e ha fatto anche meglio del previsto. Da sampdoriano sono felice. Di solito chi passa la mano spera che chi segue faccia male, invece io sono uno di cuore e gli auguro di vincere lo scudetto”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here