La Champions League in esclusiva per i prossimi tre anni non bastava. Così Mediaset Premium esce dalla televisione e si prende anche un pezzo di Milano. Venerdì scorso la giunta comunale ha detto sì al progetto di dare temporaneamente il nome di Mediaset Premium alla nuova fermata della linea 5 che porterà allo stadio di Milan e Inter. Così la stazione si chiamerà San Siro Stadio Mediaset Premium, ma solo negli spazi pubblicitari tradizionali (e non nella segnaletica classica). Una mossa di marketing nuova, grazie alla quale la nuova stazione San Siro Stadio della linea M5 (la linea Lilla) che aprirà il 29 aprile sarà sponsorizzata proprio dalla tv del Biscione.

Da dove nasce questa sponsorship? Da M5 Spa, la concessionaria della M5 che dall’anno scorso cerca potenziali sponsor finanziari per le nuove linee metropolitane della città attraverso questa nuova modalità di collaborazione, un po’ come (soprattutto all’estero, ma non solo) si fa con gli stadi che prendono il nome dei marchi che decidono di investirvi. Mediaset Premium ha partecipato all’avviso pubblico e ha poi ottenuto il benestare della giunta guidata da Giuliano Pisapia. Il contratto di sponsorizzazione della fermata durerà 12 mesi e costerà al canale televisivo 180mila euro (a cui va aggiunta l’Iva). Si comincerà da maggio 2015, e alla scadenza del primo anno potrebbe seguire un rinnovo per un secondo anno con le stesse condizioni contrattuali.

“Con questo sistema di finanziamento privato – ha detto l’assessore del Comune di Mioano alla Mobilità e Ambiente, Pierfrancesco Maran – recuperiamo risorse importanti che verranno destinate al trasporto pubblico, senza dover ricorrere alle casse comunali. Sono certo che arriveranno altre proposte per sponsorizzare altre stazioni. E sono certo che Mediaset Premium saprà rendere la stazione di San Siro ancora più accogliente”. Chissà che non si scateni un’asta con Sky anche per sponsorizzare le fermate della metropolitana. Quella strategica di San Siro è stata aggiudicata prima ancora che veda la luce. E per il prossimo anno avrà un unico padrone, come la Champions League. Almeno per ora.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here