Giovani “Berluschini” crescono e colgono i primi frutti della strategia di diversificazione del proprio business, rispetto alla partecipazione in Fininvest (di cui hanno il 21.41%), avviata qualche anno fa. Holding italiana quattordicesima, la società che fa capo in quote paritetiche a Luigi, Eleonora e Barbara Berlusconi, ha chiuso l’esercizio al 30 settembre 2014 con un utile netto di 12,5 milioni. Il risultato è in flessione rispetto ai 20,25 milioni di utile dell’esercizio precedente, ma se allora i tre figli di Veronica Lario avevano beneficiato del dividendo di 20 milioni girato loro da Fininvest, l’utile del 2014 non è dipeso dalle attività del gruppo fondato da papà Silvio.

Secondo quanto emerge dal bilancio di Holding italiana quattordicesima, consultato da Calcio e Finanza, il risultato positivo del 2014 è infatti dipeso principalmente dalla plusvalenza di circa 13,7 milioni realizzata dalla società presieduta da Luigi Berlusconi con la cessione del 20,39% di Facile.it uno dei principali siti internet italiani per la comparazione dei prezzi di polizze assicurative, mutui, conti correnti bancari, abbonamenti tv, tariffe telefoniche e bollette di luce e gas.

Lo scorso settembre, pochi giorni prima della chiusura dell’esercizio di Holding italiana quattordicesima, il fondo inglese Oakley Capital ha infatti acquistato il 75% di Facile.it, rilevando anche il 20,39% in portafoglio ai “Berluschini”, valutando il 100% della società circa 100 milioni: circa 25 volte il margine operativo lordo 2013 (4,02 milioni) di Facile.it, e più di tre volte il fatturato consolidato dello scorso anno (30,9 milioni).

Il presidente di Holding italiana quattordicesima, Luigi Berlusconi, con la sorella Barbara
Il presidente di Holding italiana quattordicesima, Luigi Berlusconi, con la sorella Barbara

 

Holding italiana quattordicesima, che aveva in carico il 20,39% del portale a 6,37 milioni, ha ricevuto un assegno di poco superiore ai 20 milioni, che è valso la plusvalenza di 13,7 milioni. Un capital gain che è servito a compensare i circa 2 milioni di rettifiche su attività finanziarie (principalmente le partecipazioni in Molmed, Belfin Uno e Expobee) e l’importante aumento dei costi di gestione, saliti dai 779 mila euro circa del 2013 ai circa 2,7 milioni del 2014, in virtù del maggiore costo legato alla nuova sede operativa di Milano e alle consulenze.

A fronte dell’utile di 12,5 milioni al 30 settembre 2014, l’assemblea di Holding italiana quattordicesima, riunitasi il 27 marzo scorso nella nuova sede operativa di Via Borgonuovo a Milano, ha deliberato di girare ai suoi tre soci un dividendo complessivo di 15 milioni di euro, attingendo in parte alle riserve. A ciascuno dei tre figli del Cav, tra cui l’attuale vicepresidente e amministratore delegato del Milan, Barbara Berlusconi, andrà pertanto un dividendo di circa 5 milioni.

Per quanto riguarda l’esercizio in corso, invece, Holding italiana quattordicesima può già contare sui 17 milioni circa che la Fininvest le ha girato a fine dicembre nell’ambito della distribuzione ai suoi soci di riserve per complessivi 81 milioni.