Il Liverpool ha rinnovato l’accordo di sponsorizzazione con la banca Standard Chartered Bank per altri tre anni. L’annuncio è arrivato martedì e ha sancito il prolungamento di un rapporto che dura ormai dal 2010/2011: la Standard Chartered Bank, con sede a Londra, sarà lo sponsor di maglia del club del Merseyside fino alla fine della stagione 2018/2019. Il termini economici dell’accordo non sono stati rivelati. Ma l’accordo precedente garantiva al Liverpool circa 20 milioni di sterline l’anno. Sono pochi i club inglesi ad avere ottenuto di più dal proprio sponsor di maglia.

La specificità di Standard Chartered Bank è che fino al 90% degli utili provengono dalle filiali in Asia, Africa e Medio Oriente. La banca nel 2011 fatturava circa 16,5 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 7,72 miliardi e utile vicino ai 5 miliardi. Il motivo per cui la banca ha scelto il Liverpool è che in Asia c’è uno zoccolo forte di tifosi dei Reds. Per questo ha portato avanti campagne promozionali con il club in mercati come la Thailandia, la Corea, la Malesia ed Hong Kong. La partnership fu messa a rischio nel 2012 quando Luis Suarez, all’epoca stella della squadra, fu accusato e squalificato per insulti razzisti a Patrice Evra, ma poi la banca intervenne per aiutare il club a risolvere la faccenda. E per Standard Chartered il Liverpool rimane un partner importante, anche grazie al fatto che il club – pur non vincendo un campionato dal 1990, è ancora il club inglese ad aver vinto il maggio numero di Coppe dei Campioni e Champions League (5 in totale). E in quanto a campionati inglesi è secondo solamente al Manchester United: ne ha vinti 18, contro i 20 della squadra di Van Gaal.

Il Liverpool recentemente ha presentato la nuova maglia per la prossima stagione, che sarà sponsorizzata da un nuovo brand tecnico: la prima stagione senza Steven Gerrard sarà anche la prima con New Balance come fornitore ufficiale delle divise e del materiale.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here