Pogba al Barcellona? Si può fare, c’è già un quando e un come. Il talento francese della Juventus è da sempre nel mirino dei club più importanti d’Europa, che stanno lanciando da mesi segnali importanti alla dirigenza bianconera. Tra offerte vere o presunte – in particolare di Paris Saint Germain e Real Madrid -, oggi su Pogba sembra essere piombato prepotentemente il Barcellona, che avrebbe già un piano per accontentare la Juventus, aggirando il blocco imposto dalla Fifa al proprio calciomercato fino a gennaio 2016.

Pogba, Barcellona in vantaggio nonostante il blocco

Il Barcellona legalmente non potrà acquistare calciatori fino al 31 dicembre 2015, per aver violato le regole sull’acquisto di giocatori minorenni nelle passate stagioni. Ecco perché l’ipotesi di portare Pogba al Camp Nou già la prossima estate non è percorribile. Così come non sembra possibile convincere il giocatore – né la Juventus – ad accettare un trasferimento nel gennaio 2016: il club di Bartomeu vorrebbe provare questa strada, ma Mino Raiola non è particolarmente propenso ad una soluzione simile, che vorrebbe dire per Pogba cambiare maglia a metà della stagione precedente agli Europei di casa sua, in Francia. Nonostante questo però i blaugrana sembrano in testa sul francese: il Psg non pare una soluzione così gradita al giocatore, così come un ritorno al Manchester United. Il Bayern Monaco non ha mai speso una cifra simile per acquistare un solo giocatore. Così in lizza ci sono in particolare le due spagnole. E ora i catalani provano a bruciare la concorrenza proponendo la soluzione che potrebbe accontentare tutti: un pagamento anticipato ed un prestito.

La strategia del Barcellona su Pogba

L’idea del Barcellona, che rispetto ad altri club – come il Real Madrid – ha il vantaggio di poter contare sui buoni rapporti tra Raiola e il proprio direttore sportivo, l’ex dirigente milanista Ariedo Braida, è di acquistare Pogba nel gennaio 2016, lasciandolo però in prestito alla Juventus fino a giugno dello stesso anno. Le cifre per vedere Pogba vestire il blaugrana sono sempre le solite: la Juventus chiede intorno agli 80 milioni di euro, e con la strategia del Barcellona – scrive il quotidiano catalano Mundo Deportivo – i bianconeri avrebbero anche più tempo per trovare un sostituto del francese su cui reinvestire una parte del tesoretto. E Agnelli e Marotta sarebbero accontentati anche sotto questo profilo. Il compito di far dimenticare il francese ai tifosi rimarrebbe in mano (e in tasca) loro.