La Figc ha rinnovato con la Rai l’accordo sui diritti tv della nazionale di calcio concedendo all’emittente pubblica l‘esclusiva per la trasmissione televisiva delle partite degli azzurri per altri 4 anni. Il contratto di cessione dei diritti tv della nazionale alla Rai, perfezionato nella giornata di mercoledì 25 marzo, consolida dunque il rapporto tra l’emittente guidata da Luigi Gubitosi e la federazione presieduta da Carlo Tavecchio per quanto riguarda le trasmissione delle partite degli azzurri. La Rai attualmente detiene infatti i diritti tv relativi alle gare di qualificazione della Nazionale A per i prossimi Europei che si giocheranno in Francia nel 2016.

Il nuovo accordo sui diritti tv della nazionale estende così il rapporto tra Rai e Figc fino al 2018 e riguarderà in particolare le partite amichevoli della Nazionale A, le partite amichevoli e quelle domestiche ufficiali della Under 21, nonché tutti gli incontri delle altre Nazionali di calcio, le giovanili, le femminili (A, Under 19, Under 17) e quelle di calcio a 5 (A e Under 21), riconoscendo inoltre a Rai tutti i diritti televisivi, radiofonici, internet e mobile sul territorio.

Alla luce del nuovo accordo, alla Rai spetterà l’utilizzo e lo sfruttamento in via esclusiva nel mondo dei diritti delle partite domestiche della Nazionale A e di tutte le altre Nazionali, garantendo così anche agli italiani all’estero la possibilità di seguire gli azzurri. La Rai continuerà a raccontare a tutti gli italiani all’estero  le prossime sfide sportive che attendono le nazionale di calcio.

PrecedenteInter, Twitter verrà usato per tornare a riempire San Siro
SuccessivoAi Mondiali femminili Hyundai premierà la miglior giovane