Il bene più prezioso dei club di calcio di oggi, seppur non più in via esclusiva, è e rimane  il parco giocatori. Il valore complessivo di una società infatti è innanzitutto l’insieme dei valori di mercato attribuibili a ciascun atleta della rosa: Cristiano Ronaldo e Leo Messi, ad esempio, sono il patrimonio di due società, Real e Barcellona, determinato, in questo tipo di analisi, dalla valutazione dei rispettivi cartellini. Anche perché poi, se il core business nel football è ancora il risultato sportivo, madrileni e catalani, in loro assenza, non avrebbero potuto raccogliere quanto fatto finora. E non solo sul campo.

Il Real davanti a tutte

In questo senso, il sito Futbolfinanzas ha stilato un interessante ranking sul valore delle rose dei 20 maggiori club europei sulla base dei dati forniti da Transfermarkt.es. Tanti milioni in gioco e, tuttavia, non troppe sorprese per i lettori che, al vertice, trovano infatti il Real Madrid di Florentino Perez, la cui squadra, tra titolari e panchina, ha un valore stimato di ben 719,8 milioni di euro. Nessuna sorpresa nemmeno nel nome che sta alle spalle del team di Madrid, un’altra spagnola: 123 milioni separano infatti la rosa dei blancos dalla rosa del Barcellona, che vale 597 milioni. Piazza d’onore per i tedeschi del Bayern Monaco, con un valore stimato pari a 554 milioni di euro. Poi due inglesi: il Chelsea di Josè Mourinho (483,5 milioni) e il Manchester United (425 milioni).

La Juventus prima delle italiane: decima

La prima italiana è la Juventus, decima con 321,7 milioni, poi la Roma, 14esima con 260,7 milioni, mentre le milanesi sono ferme al 16esimo e 17esimo posto: l’Inter precede il Milan con una rosa che varrebbe circa 6,5 milioni in più (227,4 milioni contro i 220,9). In mezzo il Napoli, 15esimo con 251,2 milioni. Chiude la classifica lo Schalke 04 (208,8 milioni).

kolotab
Barça e Real valgono quanto le cinque italiane

Interessante il dato che viene fuori incrociando i valori delle spagnole rapportato al “complessivo” delle italiane: Real e Barcellona infatti valgono quasi quanto i 5 maggiori club del nostro campionato. Ma ancora più significativo è il dato che riguarda la Premier League: nessuno dei suoi club è in testa alla classifica, ma la presenza delle inglesi si fa sentire con ben 6 società tutte racchiuse tra la quarta e la tredicesima posizione (Arsenal quinto, City sesto, poi Liverpool e Tottenham rispettivamente al 12esimo e 13esimo posto). Interessante infine quello sul Porto: il club portoghese è presente in classifica in diciannovesima posizione (212,7 milioni) nonostante ritagli la sua gestione economica sulla cessione dei suoi pezzi pregiati, specialmente all’estero: in 10 anni, i lusitani hanno infatti venduto per 778 milioni di euro