Più di uno studio conferma ormai la crescente importanza che, nel calcio, rivestono i social network, un mezzo di comunicazione ormai ritenuto indispensabile tanto dai club quanto dai calciatori. Quello che nessuno sa tuttavia, è che proprio l’esposizione di quest’ultimi sulle maggiori piattaforme social, più che essere un’inutile distrazione, come ritengono alcuni, contribuirebbe in maniera significativa al rafforzamento commerciale del marchio della squadra d’appartenenza. Ne sa qualcosa il Barcellona, che, da un’inaspettata sinergia, sta raccogliendo risultati interessanti.

L’esposizione social dei calciatori fa aumentare le vendite del club

Il club catalano infatti, in rete, oltre a vivere di luce propria (è il club con più fans su Facebook al mondo), può contare sulla popolarità dei profili “social” (Facebook, Twitter, Instagram) dei suoi fuoriclasse, Lionel Messi e Neymar (senza trascurare Suarez e Iniesta) in un rapporto che, secondo Marketing Deportivo, si starebbe traducendo in un vero e proprio incremento delle vendite, sia dirette che indirette, da parte della società spagnola: da una parte infatti, sarebbe in crescita l’acquisto di maglie da gioco, cappellini, gadget, di tutto ciò che riguarda, in sostanza, il merchandising ufficiale; dall’altra invece, la possibilità di stringere nuovi accordi di sponsorizzazione o la rivalutazione dei diritti di trasmissione televisiva.

Un meccanismo “virale”

Si tratta di un vero e proprio meccanismo “virale”: all’aumento dei fans sugli account ufficiali dei giocatori blaugrana, corrisponderebbe un maggiore accesso alle informazioni dirette con il club e un miglior posizionamento del brand Barcellona sul mercato televisivo, pubblicitario e digitale. Neymar, ad esempio, ha incrementato la sua fan base di ben 165 mila utenti nella sola gara di esordio al Mondiale e nel solo 2014 la sua fan base è aumentata di un milione e mezzo di fans. Un dato che avrebbe esposto anche il club ad una maggiore visibilità sulla rete e alla crescita dell’appeal commerciale. A confermare il rapporto di continuità tra profilo individuale e societario, Joel Borras, responsabile dei profili social di Mascherano, Iniesta e Suarez e da Marcelo Mendez, che cura quello di Leo Messi, entrambi sicuri che “un atteggiamento sbagliato dei giocatori sui social, metterebbe a rischio anche il Club in quanto ne rappresentano i valori“.