Durissimo attacco del patron del Palermo, Maurizio Zamparini, al presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero. “Chi semina male raccoglie male, Ferrero è una macchietta. Sbriciolerà la Sampdoria”, ha affermato Zamparini ai microfoni della trasmissione radiofonica La Zanzara su Radio 24. “C’è quasi riuscito a sbriciolarla, andate a vedere i conti”, ha aggiunto Zamparini, che ha dichiarato guerra al collega anche alla luce dell’accordo raggiunto dal club blucerchiato con il capitano rosanero Barreto per la prossima stagione.

Ferrero, è andato giù duro Zamparini, “è diventato una macchietta, prima mi era simpatico. A un certo punto mi ha scritto che era interessato a Barreto, mentre io stavo lavorando al rinnovo del contratto. Gli ho risposto che se lui mi andava sopra quello mi rialzava di 200, 300 mila euro e questo non è regolare. Pensavo fosse finita ma qualche giorno dopo vengo a sapere che ha concluso con Barreto. Allora gli ho scritto: finalmente so chi sei ma sappi che sono sulla riva del fiume ad aspettare. Ma non il suo corpo, ma il giorno in cui sbriciolerà la Samp, cosa che sta facendo”.

“Io non uccido nemmeno una formica -dice Zamparini- e voglio bene a tutti gli animali. Figuriamoci se lo minaccio di morte. E’ grave che dica certe cose, ho mandato tutto alla Federazione. Ferrero è un personaggio divertente ma tra un po’ si stancheranno tutti delle sue comparsate tv. Anch’io sono andato da Chiambretti. Voglio le sue scuse, le ho chieste con un messaggio ma non ha risposto”. E ancora: “E’ un traditore che viene a fregarmi un calciatore dopo avermi telefonato. E’ una cosa deprecabile, con Mantovani e con i Garrone non sarebbe successo. Erano altri tempi, oggi sono tempi di rapina. Lo sfido: vada a vedere se io ho mai fatto un lavoro del genere. Mai”, conclude Zamparini.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here