i cinesi cedono il Pavia

Dopo la Lazio, la Roma e la Juventus, il Pavia Calcio potrebbe essere la quarta società di calcio italiana ad essere quotata in borsa. Ma, se l’annuncio dato dal presidente cinese del club Xiadong Zhu si tradurrà in realtà, le azioni del Pavia non saranno negoziate a Piazza Affari ma alla borsa di Hong Kong.

Un annuncio, quello dato da Xiadong Zhu nel corso della festa di Natale della squadra svoltasi al Castello di Belgioioso in provincia di Pavia, che ha del clamoroso, considerate le attuali dimensioni della società azzurra, che attualmente è terza in classifica nel girone A di Lega Pro.

Il Pavia Calcio lo scorso 3 luglio è stato acquistato dal fondo cinese Pingy Shanghai Investment, che attualmente ne detiene il 100% delle azioni. Xiadong Zhu ha fatto sapere che la quotazione dovrebbe avvenire già nel corso del 2015 e che il club entrerà a fare parte di una holding che comprenderà al suo interno altri rami di azienda che operano in Cina.

L’obiettivo della proprietà cinese del Pavia Calcio (leggi l’intervista rilasciata a Calcio&Finanza) è di raggiungere la Serie B. Il programma è triennale, ma la società cercherà di raggiungere l’obiettivo anche prima. Nel frattempo la squadra, guidata dall’allenatore Riccardo Maspero (ex giocatore di Cremonese, Sampdoria e Torino), si è inserita nelle zone di vertice del girone A di Lega Pro.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here