Il nuovo Centro di sviluppo giovanile e training center della prima squadra del Manchester City la City Football Academy (CFA)  è stata aperta ufficialmente all’inizio di questa settimana dall’ex manager e capitano, Tony Book, alla presenza del presidente del club Khaldoon Al Mubarak e del cancelliere del Regno Unito George Osborne. Un investimento da 200 milioni di sterline, i cui lavori sono cominciati nel 2008: dai giovanissimi fino ad Aguero e Dzeko, tutti si alleneranno in questo centro che può essere definito un vero e proprio gioiello nel panorama calcistico mondiale.

L’apertura ufficiale segna infatti una tappa di straordinaria importanza nell’ambizioso piano del club per lo sviluppo della zona intorno allo stadio Etihad e del suo programma per educare i giovani talenti del calcio, dentro e fuori dal campo, in una struttura sostenuta dai migliori allenatori e programmi di coaching giovanile. Lo sviluppo di quello che era fino a poco tempo un sito contaminato e abbandonato è stato trasformato dalla partnership tra il club, le compagnie aeree Manchester City Council e Etihad: ora è un sito all’avanguardia per funzionalità e bellezza, in cui, parola di Zabaleta, “tutti i migliori sognerebbero di allenarsi e fa del City uno dei primi club al mondo“.

Secondo il leader del Manchester City Council, Richard Leese: “il Manchester City Football Club è un partner a lungo termine di valore e ha dimostrato più e più volte che è radicato all’interno di questa comunità. L’investimento nello stadio e dintorni, ora conosciuto come il Campus Etihad è stata senza precedenti sotto la proprietà di Sua Altezza lo Sceicco Mansour bin Zayed”.

Ora, siamo in grado di festeggiare un altro traguardo di questo investimento. L’Academy del City Football Club è un progetto che ha trasformato un sito di 80 acri abbandonato in una risorsa preziosa per la comunità. Conosco il cammino di trasformazione per l’Est Manchester, e che continuerà con partner come il Manchester City e la comunità, per questo, sarà più sana e più ricca“.

L’Academy, studiata sullo stile del centro di allenamento del Milan, dispone di 16 cambi regolamentari in cui ben 12 saranno dedicati allo sviluppo delle abilità dei ragazzi dagli 8 ai 12 anni. Nello specifico, vi saranno impianti di coaching e strutture per l’istruzione, servizi medici e scienza dello sport, posti letto e strutture per i genitori dei ragazzi. Esso servirà anche come base amministrativa del personale del club Manchester City e come quartier generale per i club gemelli di New York City FC, Melbourne City FC e Yokohama Marinos. Ma non è tutto: 40,000 km di erba artificiale, 8.000 metri quadri dedicati ai tifosi, un treno che parte dal centro di Manchester da 500 posti con corse ogni 6/12 minuti.

Il progetto è stato infatti un trionfo di sviluppo locale e occupazione e i dettagli sono impressionanti:

25% della forza lavoro locale su un totale del 70% è stata assoldata dalla zona orientale di Manchester con il 10% delle persone in loco in precedenza disoccupate. Un ulteriore 95 di tirocinanti e apprendisti sono stati impiegati e stanno lavorando per le qualifiche professionali.

l’80% del bilancio del progetto è stato speso nel Nord Ovest con 883 contratti assegnati alle imprese locali.

Come parte dei miglioramenti ambientali sul sito, sono stati piantati 2000 alberi.

 Uno stadio per l’Accademia dei giovani, la squadra femminile e la comunità con una capacità di 7.000.

Complessivamente oltre 450 giocatori di tutti i livelli di età saranno formati ogni settimana in accademia, il 75% dei quali dalla zona di Greater Manchester.

Un ponte di 190 metri, che è stato designato come passaggio pubblico, collega ora la struttura allo stadio Etihad.

 Lo “sviluppo” include poi 3 palestre separate, 6 “pezzi d’acqua”, tra cui una piscina mantenuta a 4 gradi e una piscina calda a 36 gradi, 56 posti TV auditorium per i giocatori grazie al quale rivedere i video clip, un albergo a quattro stelle con camere dal design realizzato da consulenti del sonno campi  personalizzabili per consentire alla squadra di preparare la formazione in terreni della stessa dimensione del prossimo impegno.

 Oltre 7.000 sono state le risposte positive rilasciate dai residenti locali, da quando sono stati rilasciati nel mese di settembre 2011 i piani per i nuovi impianti – con un sorprendente 97% indice di gradimento.

Patrick Vieira, che ora è a capo della squadra di sviluppo al City, ha commentato rispetto all’accademia le strutture simili in altri club, che cercano di attirare i migliori giovani del mondo, dicendo: “all’Arsenal è davvero buona, all’Inter anche, ma credo che questo centro di formazione sia ad un livello diverso“.

Fabio Colosimo

PrecedenteCrimea, al bando tutti i club che giocheranno in Russia
SuccessivoMilan, Berlusconi sicuro:”questa squadra è da Champions”
Nato a Roma nel 1984, dopo la facoltà di Scienze Politiche il salto nel giornalismo sportivo con una collaborazione triennale con Canale Inter.