Se la Fifa non porta avanti le riforme di cui il calcio ha bisogno, la Uefa e le sue Federazioni dovrebbero boicottare il Mondiale del 2018. E’ la proposta di David Bernstein, ex presidente della Football Association. Secondo l’ex numero uno della FA l’Inghilterra non potrebbe fare molto rimanendo sola, ma come si sa l’unione fa la forza e Bernstein propone alle altre nazioni europee di creare un fronte unico per far sì che si possano cambiare le cose nel mondo del calcio.

“A un certo punto bisogna smettere di parlare e fare qualcosa”, ha aggiunto il britannico e la suo drastica proposta nasce semplicemente dal fatto che, a suo parere, le cose in Europa stanno peggiorando. “E una Coppa del Mondo non sarebbe tale senza Paesi come Germania, Spagna, Italia, Francia e Olanda, tutti hanno il potere di influenzare la Fifa se lo vogliono”, insite Bernstein, che invoca anche le dimissioni di Blatter, che reputa però troppo intelligente e furbo per poter essere messo da parte. “La Fifa mi ricorda un regime totalitario come la vecchia Unione Sovietica. La gente non parla e se lo fa viene repressa”. Parole dure che non risparmiano neppure il Mondiale 2022, in Qatar, che giudica “una delle scelte più ridicole nella storia della sport. E’ come se avessimo scelto l’Islanda per andare a giocare in inverno”.

Alberto Lattuada

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here