La Fifa deve scegliere la strada più indolore e far giocare i Mondiali di Qatar 2022 ad aprile e maggio. È questo il pensiero espresso da Karl-Heinz Rummenigge, presidente del Bayern Monaco e n.1 dell’Eca (l’associazione europea dei club), in un’intervista al Times.

La Federazione internazionale ha indicato i mesi di novembre e gennaio come possibili alternative per giocare la rassegna iridata a causa delle alte temperature estive del Qatar. “Al momento ci sono due proposte sul tavolo: la Fifa ha indicato novembre e la Uefa gennaio”.

“La nostra proposta è un pò diversa e la renderemo pubblica nei prossimi giorni», dice Rummenigge, che basa la propria opinione sui risultati di “alcune ricerche” condotte dall’Eca. “Da tali ricerche è emerso che l’opzione migliore sarebbe quella di fare iniziare il Mondiale ad aprile per finire a maggio -spiega ‘Kallè-. È ancora caldo, ma parliamo di una temperatura massima di 35 gradi”.

“Da tutti i punti di vista -aggiunge- non ci sono problemi”. L’Eca presenterà la propria proposta alla Fifa la prossima settimana a Zurigo: “Porteremo questa opzione sul tavolo per discuterne alla riunione della task force Fifa del 3 novembre”, conclude Rummenigge.

Fabio Colosimo