Rangers Glasgow, Mike Ashley rifinanzia il club scozzese

L’uomo d’affari britannico Mike Ashley ha accettato di scucire 2 milioni di sterline di finanziamento, senza…

rangers

L’uomo d’affari britannico Mike Ashley ha accettato di scucire 2 milioni di sterline di finanziamento, senza interessi, per lo storico club scozzese dei Rangers Glasgow, che si trova in difficoltà economiche ricevendo in cambio la rimozione del suo direttore generale.

Ashley, che possiede anche il Newcastle United, club inglese di Premier League e quasi il 9 per cento dei diritti di voto nei Rangers, ha invitato il club ad indire una riunione degli azionisti per cacciare Graham Wallace, amministratore delegato dei Rangers, e il consulente finanziario Philip Nash.

Lunedì i Rangers hanno dichiarato che il club aveva accettato un nuovo contratto di finanziamento semestrale con Ashley concedendo in cambio al fondatore del gruppo di vendita al dettaglio Sports Direct di arrivare alla nomina di due nuovi consiglieri di amministrazione. I 54 volte campioni di Scozia hanno anche annunciato che Wallace si dimetterà e stessa cosa la farà Nash.

Questo è solo l’ultimo dramma andato in scena nella sala del consiglio dei Rangers dopo anni di continui sconvolgimenti. A livello sportivo la squadra ha dovuto affrontare una vera  e propria arrampicata dopo che il crollo finanziario del 2012 l’aveva fatta ripartire dalla quarta divisone nazionale. Ora ci si trova al centro dell’ultimo play finanziario di Ashley. Il miliardario ha recentemente tirato fuori una serie di mosse a sorpresa, tra cui un contratto di opzione put il mese scorso su una piccola quota in Gran Bretagna relativo al il più grande negozio di alimentari, Tesco, e una mossa per aumentare la sua partecipazione nella Debenhams.

Alberto Lattuada