I presidenti del Comitato olimpico internazionale, la IOC, e l’organo di governo del calcio mondiale, la FIFA, hanno raggiunto un accordo relativo alla Coppa del Mondo 2022, che si disputerà in Qatar. L’evento calcistico non dovrà sovrapporsi con le Olimpiadi invernali, come sottolineato dal vice presidente del CIO Craig Reedie.

La FIFA può riprogrammare il torneo di calcio, che di solito si svolge quando i principali campionati di calcio europei chiudono nel mese di giugno, ad altra data a causa delle soffocanti temperature estive. Il mese scorso Umberto Gandini aveva suggerito che le Olimpiadi invernali avrebbero dovuto far posto ad una Coppa del Mondo in Qatar versione estiva (si parlava di febbraio 2022 ), perché l’evento invernale era meno importante.

Ora si è arrivati ad un accordo tra il presidente del Cio Thomas Bach e il presidente della Fifa Sepp Blatter.Non si deve arrivare a quello scontro”, ha detto Reedie in un’intervista a un piccolo gruppo di giornalisti. “Siamo limitati negli sport invernali a farli disputare quando le condizioni sono favorevoli, quindi a febbraio”, ha detto Reedie, alla domanda se le Olimpiadi Invernali 2022 potrebbe essere spostate in una data diversa. “E con un pò di fortuna la FIFA sarà in grado di risolvere il suo problema estivo”.

Il padrone di casa dei Giochi invernali 2022 sarà deciso nel mese di luglio, con Pechino e Almaty, Kazakistan, come candidati più papabili, dopo che Oslo ha ritirato la sua candidatura il mese scorso a causa di una mancanza di supporto locale. “La Coppa del Mondo FIFA è uno degli eventi più importanti nel panorama sportivo, insieme alle Olimpiadi estive,” aveva detto Gandini, vice presidente della European Club Association, in una conferenza stampa dell’8 ottobre a Londra. “Le Olimpiadi invernali sono molto importanti per lo sport, ma se si vuole spostare un evento così importante come la Coppa del Mondo dovrebbe essere possibile per trovare una soluzione e spostare invece le Olimpiadi invernali. Con saggezza e dibattito è possibile giungere ad una soluzione”, aveva concluso Gandini.

Reedie oggi ha detto di essere “in disaccordo”, con Gandini del Milan. “Basti guardare l’interesse negli ultimi Giochi invernali di Sochi e il numero di ore coperte per capire quale sia l’enorme interesse per i giochi invernali”, ha ribadito il vice presidente del CIO.

Alberto Lattuada